Non riesci a visualizzare correttamente la Newsletter?
Clicca qui per la versione online.
Flickr
Cacao - il quotidiano delle buone notizie comiche
nr. 86/2016
sabato 16 aprile
DI SIMONE CANOVA, JACOPO FO, GABRIELLA CANOVA E MARIA CRISTINA DALBOSCO
Aprile dolce dormire
Materassi Bio Memory, Materassi in Lattice, Materassi Bio Futon … Su CommercioEtico c’è solo l’imbarazzo della scelta! E sul materasso Bio Memory e sul Guanciale anatomico Bio Lympha sconto del 5% e ZERO spese di spedizione!
CLICCA QUI
 Dario e Dio
Dario e Dio
Carissimi,
questa settimana vi parliamo di un libro di Dario Fo, pubblicato con Giuseppina Manin per Guanda.
Si tratta di Dario e Dio (acquistabile su CommercioEtico di cui vi proponiamo alcuni brani.
 Iniziamo dalla fine, dalla retrocopertina dove si legge:
“Dario, parla con Dio.)
“Proviamo. Ma la conversazione potrebbe farsi rischiosa...”

Capitolo 9
Il miracolo eversivo dell’amore


Giuseppina Manin: Poi è arrivato il tempo dei miracoli. Quelli famosi, canonici, piatto forte dei quattro evangelisti ufficiali. Miracoli di grande impatto, guarigioni impossibili, storpi che camminano, ciechi che vedono. Persino morti e sepolti che risorgono. Un Cristo taumaturgo, un mago.

Dario Fo: Eppure il primo prodigio conclamato è di tutt’altro stampo. L’esordio di Gesù nel campo dei miracoli è di segno enologico. A me è tanto piaciuto che ne ho fatto uno dei pezzi forti del mio Mistero Buffo. Riferito da un ubriacone che assiste esterrefatto a quella meraviglia. A Spingere Gesù a intervenire una frase che gli mormora sua mamma durante una festa di nozze: ‘Ehi, non  hanno più vino’. Lui la guarda un po’ seccato: ‘Donna, non è ancora venuto il mio tempo’ le ricorda sottovoce. Però non riesce a dirle di no, A Maria mai. Anche perché non è una che parla a vanvera. Se gli chiede aiuto, è perché sa che suo figlio lo può fare quando vuole. E poi per non rovinare la festa ai giovani sposi, per non mettere in imbarazzo quelle brave persone la cui sola colpa era di non aver calcolato bene il numero dei brindisi. Gesù capisce. E allora su, si riempiano le botti d’acqua che poi a trasformarla in vino, il migliore mai bevuto, ci penserà lui”
GM: Del resto, quella per il vino sembra una passione ricorrente in Gesù. Da Cana all’Ultima Cena il succo della vite sembra protagonista di eventi straordinari

DF: Di certo sappiamo che non era astemio! A differenza di tanti altri profeti, in Gesù non c’è ombra di ascetismo. Gli piace stare a tavola con chi ama, spartire cibi e bevande tra amici. Digiuna pochissimo, solo nel periodo che passa nel deserto, quando Satana lo tenta per altro con proposte un po’ sciocche, come offrire tutti i regni del mondo al Figlio di dio. E’ già tutta roba sua, basterebbe che alzasse un dito...
Ma, a parte quei quaranta giorni, per il resto non mi pare che foss eun seguace dell’astinenza. Non è un appassionato di insetti e radici (dieta abituale dei santi eremiti, Giovanni Battista in testa), non si punisce per gusto, non va in giro coperto di pelli di capra. Gesù non ha l’ossessione della mortificazione della carne, anzi quando può gli piace saltarla. Si lava con piacere, si lascia cospargere volentieri di oli e di profumi da qualche bella donna. E se qualcuno ha da ridire, risponde ricordando che l’attenzione per la bellezza, il rispetto per il corpo, sono modi per rendere lode a Dio. Luca riferisce nel suo vangelo che i maestri della legge, quelli che la vita la affrontano sempre codici alla mano, facevano notare al Nazareno che i seguaci del Battista erano sempre a digiuno mentre ‘i tuoi mangiano e bevono’. E lui pronto risponde: ‘Quando io non ci sarò più allora i miei ospiti potranno digiunare. Ora siamo nel mezzo della festa, quindi brindiamo e gustiamo il pranzo’.
GM: Un profeta sorridente, probabilmente di bell’aspetto, conviviale. Anomalo e scandaloso anche in questo.

DF: Ma lo scandalo più grande, quello che a me rende il Nazareno molto simpatico, è il suo atteggiamento verso le donne. Il rispetto e la considerazione in cui le tiene nonostante la società arcaica e maschilista a oltranza in cui vive. Dove le donne non avevano neanche i diritti più elementari, non potevano possedere nulla in quanto loro stesse erano proprietà dei padri e dei mariti. Per loro non esisteva alcun ruolo religioso, solo i maschi potevano studiare le Scritture e diventare rabbini. La presenza femminile era impensabile presso un predicatore. Ma non per Gesù. Tra i suoi seguaci più vicini ci sono sempre delle donne. Un chiaro segno di quanto lui le tenesse in considerazione. Comprese le più derelitte, le ‘intoccabili’ messe al bando dalla società: Le adultere che le brave persone vorrebbero tanto lapidare, le prostitute trattate da tutti con disprezzo e da lui con tenerezza e considerazione.

GM: Emblematico l’episodio della ‘peccatrice’ che gli si avvicina nella casa del fariseo e che lui tratta con una premura e una delicatezza tali da suscitare mormorii di disapprovazione tra gli astanti.

DF: Una provocazione mai vista. Sia per l’ardire della donna, che non solo è una meretrice, ma si presenta pure con i capelli sciolti, massimo segno di lascivia per un mondo fissato con il velo. Sia per il gesto di simpatia e di accoglienza verso di lei da parte di un uomo in fama di profeta. All’ipocrita sorpresa del padrone di casa, Gesù così replica: ‘vedi questa donna? Sono venuto a casa tua e tu non mi hai dato l’acqua per lavare i piedi. Lei invece mi ha bagnato i piedi con le lacrime e con i capelli me li ha asciugati. Tu non mi hai dato il bacio, lei non ha smesso di baciarmi i piedi e me li ha cosparsi di profumo. Per cui ti dico: i suoi molti peccati sono perdonati perchè molto ha amato. Colui al quale invece si perdona poco, ama poco.

(Continua)

Il libro di Dario Fo è disponibile qui
Libera Università di Alcatraz, prossimi appuntamenti da non perdere!
Si parte a fine aprile con un nuovo corso di Yoga Demenziale insieme al massaggio thailandese, poi dal 1 al 10 maggio Teatro con Dario Fo e dal 13 al 15 maggio seconda edizione del corso di Public Speaking per manager e imprenditori che vogliono migliorare le proprie capacità comunicative in pubblico.
29 aprile - 1 maggio: YOGA DEMENZIALE E MASSAGGIO THAILANDESE con Gisella Manganelli e Jacopo Fo
1-10 maggio 2016: CORSO DI TEATRO con Dario e Jacopo Fo
13-15 maggio 2016: secondo CORSO INTENSIVO DI PUBLIC SPEAKING con Jacopo Fo

i corsi di alcatraz
11/15 aprile
STAGE “L’ESSENZA DEL CLOWN” Condotto da Lorenzo “Nanouk” Testardi
img
15/17 aprile
VOCE CREATIVA, per scoprire, potenziare, migliorare, imparare ad amare la propria voce.
img
15/17 aprile
WORKSHOP "IL SETTIMO SENSO: IO SONO" Condotto da Lorenzo “Nanouk” Testardi
img
22/24 aprile
LABORATORIO DEL BOSCO con Antonella Zanotti - A chi ama sperimentare i sentieri della ricerca per cogliere e valorizzare le risorse disponibili dentro e fuori di sé
img
22/24 aprile
CORSO DI TAI CHI SHIATSU E STRUMENTI DEL BENESSERE con Angelo Airaghi
img
22/25 aprile
CORSO DI YOGA DEMENZIALE con Jacopo Fo e i suoi collaboratori
Clicca qui per il calendario completo dei corsi di Alcatraz Prenota allo 075.9229938/11 email: info@alcatraz.it
link consigliati
Aut. Trib. di Perugia n° 634
del 21/06/1982
Direttore responsabile:
Severino Cesari
Direttore: Jacopo Fo
Anno XI
energia arcobalenoenergia arcobalenoenergia arcobaleno
Facebook
Flickr
Myspace
Twitter
Non vuoi più ricevere questa newsletter?
Clicca qui per cancellare il tuo indirizzo email
Copyright © 2011 Cacao il Quotidiano delle buone Notizie
website -www.cacaonline.it