Non riesci a visualizzare correttamente la Newsletter?
Clicca qui per la versione online.
Flickr
Cacao - il quotidiano delle buone notizie comiche
nr. 40/2016
domenica 27 novembre
DI SIMONE CANOVA, JACOPO FO, GABRIELLA CANOVA E MARIA CRISTINA DALBOSCO
Natale con la firma d’autore!
Vi è mai capitato di fare la fila in libreria perché quella copia fresca di stampa che tenete in mano venga autografata dall’autore? CommercioEtico vi risparmia tutto questo!!!
Acquista i libri di Jacopo Fo e li riceverai direttamente a casa con l’autore… no, ok, abbiamo esagerato… con la firma e l’animillo di Jacopo!
Offerta valida per acquisti fino al 20 dicembre 2016.
CLICCA QUI
 Visco e la cultura che si mangia (e perché andiamo a Gela)
Visco e la cultura che si mangia (e perché andiamo a Gela)
di Jacopo Fo

Non mi capita spesso di essere d'accordo con un banchiere.
Comunque fa piacere che anche in certi ambienti la cultura sia diventata una questione prioritaria. Visco sostiene giustamente che il nostro paese è in ritardo. Da noi solo il 45% dei lavoratori usa la rete, nei paesi nordici siamo al 70%.
Ma Visco va anche oltre: se le conoscenze si diffondono diminuiscono crimini e corruzione.
Io aggiungo che la cultura migliora la qualità della vita, non solo perché alza il reddito.
La cultura sana (che non è nozionismo, né erudizione) porta con sé la passione. Conoscere, capire, ci porta a rispettare gli esseri umani, ci avvia alla passione per l'arte, le relazioni umane e sentimentali, la buona tavola, la bellezza della natura, la creatività.
Questo è essenziale.
Credo che potremmo individuare proprio nella carenza di passione la causa ultima dei disastri dell'Italia e del resto del mondo.
Le persone che hanno passione per la vita si suicidano più raramente, reagiscono meglio alle cure mediche (risparmio per la sanità) e si dedicano meno ad attività maniacali (gioco d'azzardo, pornografia compulsiva, uso industriale di pasticche, alcol e droghe). E mediamente sono anche meno stronzi.
Per questo sono così convinto che sia prioritario impegnarsi nella diffusione della cultura.
La scelta di creare Alcatraz discende da questa convinzione.
In questi anni abbiamo realizzato anche parecchi esperimenti volti a diffondere la buona cultura. Abbiamo dato vita a laboratori creativi, gruppi di lavoro sul web (vedi "Seminole i pellerossa che non si arresero mai!") happening e a ogni sorta di guerriglia comunicativa.
Venerdì 2 dicembre saremo a Gela, alle 21, al Teatro Eschilo, per una conferenza spettacolo che ha lo scopo di proporre un'idea pazzesca.
Vorremmo formare (con un mese di corso intensivo ad Alcatraz) un gruppo di animazione culturale e realizzare quindi un lavoro di ricerca e di comunicazione sulla città. Realizzare un libro, un video, uno spettacolo teatrale, un sito web... E raccontare ai gelesi che la loro città 2500 anni fa era la New York del Mediterraneo. E poi vorremmo vedere se a partire da questo lavoro può uscire anche un impulso positivo per il turismo e posti di lavoro.
L'aspetto essenziale di questo progetto è quello di non voler INSEGNARE ma di coinvolgere le persone e portarle a tirar fuori le loro potenzialità... Che secondo me è l'unica via che porta realmente ad appassionarsi... Se stai in cattedra e sai tutto te, la gente giustamente si annoia da bestia... Si tratta di fare esattamente il contrario di quel che viene fatto, generalmente, a scuola.
Ma l'idea di fondo è quella di seminare la passione per la creatività e l'azione concreta (Insieme, che è meglio). Vedremo venerdì se ci sarà interesse per questa idea, che avrebbe anche la possibilità di essere realizzata con il sostegno di Eni.
Mario Pirovano in tournée!
Tre gli appuntamenti:
Domenica 4 dicembre, ore 17:30, Mario Pirovano sarà al Teatro Boni di Acquapendente, Viterbo, con il Mistero Buffo di Dario Fo.

Giovedì 8 dicembre, ore 17:30, Francesco Lu Santo Jullare di Dario Fo a Mogliano Veneto, Sala Dario Fo e Franca Rame di Villa Marignana Benetton.

15-18 dicembre, Teatro agli Archi di Palermo, due workshop con Mario e due spettacoli.

Tutte le info e le locandine su mariopirovano.it
Buon compleanno alle mamme canguro
Compie vent’anni la tecnica delle “mamme canguro” che consiste nel tenere il bimbo prematuro pelle a pelle con la madre evitando così l’incubatrice.
La Kangaroo Mother Care (KMC) nasce negli anni ’70, in Mozambico, dove di incubatrici non ce n’è mai a sufficienza. E l’efficacia del metodo è talmente evidente che è diventato immediatamente oggetto di studio.
I bimbi prematuri sul ventre materno non solo crescono, ha spiegato l’epidemiologo Adriano Cattaneo, ma – dopo attente valutazioni quando i bimbi sono più grandi – riescono ad avere un maggiore equilibrio metabolico e imparano a respirare meglio.
Naturalmente, ci sono anche i papà canguro così come i nonni canguro, per non parlare dei cognati.
(Fonte: Ultimavoce.it)
Un lazo per prendere i detriti spaziali
Si tratta di un satellite “cowboy” che con un lazo dovrebbe prendere i detriti spaziali trascinandoli fino all’atmosfera terrestre, dove per attrito verrebbero polverizzati.
Il progetto si chiama SatLeash ed è stato sviluppato dal gruppo di ricerca PoliTethers del Politecnico di Milano, che ha condotto con successo i primi esperimenti in assenza di gravità a bordo di un volo parabolico organizzato dall'Agenzia spaziale europea (Esa) nell'ambito del programma 'Fly Your Thesis!'.
Che lo spirito di John Wayne sia con voi!
(Fonte: Ansa.it)
Sgominato il mercato nero delle merendine
A Torino uno studente è stato sospeso all’Itis Moncalieri per aver creato un mercato nero delle merendine. In pratica le comperava al supermercato e poi le rivendeva a un prezzo più basso del bar della scuola.
Col tempo si era specializzato conoscendo i gusti della clientela e cercando i prodotti a minor prezzo.
Il mercato era talmente florido che non è passato inosservato ai docenti.
Forse a insospettirli è stato il fatto che lo studente arrivava a scuola con un furgone.
(Fonte: Repubblica)
Abbiamo vinto!
La nazionale italiana di rugby ha battuto il Sudafrica 20 a 18, non succedeva praticamente da sempre.
Slovenia: l’acqua diventa un diritto costituzionale
Il parlamento della Slovenia ha approvato un emendamento alla Costituzione con cui riconosce l’acqua pubblica come diritto fondamentale per tutti i cittadini.
Scrive Rinnovabili.it: “In questo modo l’accesso all’acqua potabile deve essere garantito al di fuori delle logiche di mercato e della privatizzazione, e non può essere considerata una merce: l’unico gestore sarà lo Stato.”
Il nuovo articolo 70a della Costituzione slovena recita:
“Le risorse idriche rappresentano un bene pubblico che è gestito dallo Stato. Le risorse di acqua sono usate in primo luogo e in modo sostenibile per fornire ai cittadini acqua potabile e, in questo senso, non sono un bene di mercato”.
Cioè, non so se è chiaro, è proprio una modifica alla Costituzione…
Alghe rosse contro i rutti e le flatulenze bovine
Il 44% delle emissioni inquinanti di origine umana e animale proviene dal bestiame, che produce metano attraverso rutti e flatulenze. Ora un team di ricercatori della James Cook University (JCU) ha scoperto che un’alimentazione a base di alghe rosse Asparagopsis taxiformis ridurrebbe notevolmente il metano emesso (60-70% in meno).
Meglio del 40% che si otteneva aggiungendo all’alimentazione dell’aglio, che pregiudicava anche la vita sociale degli animali stessi.
Un sottopasso per i pinguini
I piccoli pinguini blu neozelandesi ora possono arrivare ai loro nidi senza essere investiti dalle auto.
Nella città di Oamaru in Nuova Zelanda è stato costruito un sottopassaggio alternativo a una strada molto trafficata, ad uso esclusivo dei blue penguins, che fino ad ora rischiavano la vita ogni giorno per arrivare al mare.
Le bestiole hanno capito subito e hanno organizzato un rave party nel sottopassaggio per sabato sera.
(Fonte: Repubblica)
I carabinieri a spinta
Il video è stato postato su Facebook dal consigliere regionale campano dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e si vedono alcuni napoletani che spingono l’auto dei Carabinieri rimasta in panne nel quartiere Materdei.
"Il grande cuore dei napoletani” afferma Borrelli… o forse volevano solo che si togliessero di torno velocemente.
Storie di ladri
Era arrivato in scooter con un complice per rapinare una farmacia di Roma. Solo che non è adatto al mestiere di ladro: prima ha avuto difficoltà con la cassa, poi è rimasto bloccato dalle porte automatiche e quando finalmente è fuggito si è perso il bauletto dello scooter con dentro i documenti. Il 35enne maldestro è stato arrestato insieme al complice. In carcere ha dichiarato che si dedicherà all’uncinetto acrobatico.
(Fonte: Ansa)
Dirottatori di fondi europei
Cinque pugliesi sono stati arrestati perché ricevevano i fondi europei destinati alla coltivazione dell'ulivo e li dirottavano sull'acquisto di sofisticati fertilizzanti e impianti d'irrigazione per coltivare marijuana. Il Nucleo investigativo di Bari ha requisito 1000 piante di cannabis per una resa di 200mila euro. Due dei truffatori sono stati beccati durante le indagini a svaligiare un bancomat.
Colti sul fatto, o fatti sul colto, vedete voi.
(Fonte: Il Fatto Quotidiano, segnalata da Davide Calabria, grazie!)
A Milano all’asta le Ferrari
Da domani, venerdì 25, a domenica 27 andranno all’asta giudiziaria alla Fiera di Milano le 400 auto del crac Nes, società di custodia e trasporto valori. Ci sono 72 Porsche, 62 Jaguar e altre 140 vetture del genere. E poi 136 moto e 58 barche da corsa e la prestigiosissima Ferrari 257 GTB.
Essendo un’asta giudiziaria i lotti non hanno riserva quindi in teoria ci si potrebbe aggiudicare una Ferrari 275 GTB a un euro.
Sono in vendita anche 159 biciclette, ma non vogliamo certo andare lì e fare una brutta figura.
(Fonte: Corriere.it)
Altre aste
Una struttura ossea quasi completa (al 95%) di un dodo è stata venduta all’asta a un privato in Inghilterra per 280 mila sterline (oltre 300mila euro). Del volatile che viveva nelle Mauritius e che si è estinto a causa dell’uomo alla fine del ‘600 esistono solo 12 scheletri completi.
A questo punto vi costa meno la Ferrari.
La Luna incontra Giove
Sempre domani sera poco prima dell’alba una falce di Luna calante “ingloberà” Giove.
Ci troviamo tutti con il naso all’aria verso le 4.
Se proprio non volete svegliarvi così presto vi rimandiamo all’incontro Luna - Saturno - Mercurio di fine mese.
C’è un gran traffico nel cielo in questo periodo.
(Fonte Greenme.it)
Il viale delle giuste
Oggi che è la giornata contro la violenza sulle donne vi raccontiamo come stanno proseguendo i lavori per la realizzazione del progetto IL VIALE DELLE GIUSTE in collaborazione con l’associazione Toponomastica femminile:

Come già vi abbiamo raccontato nell’edizione del 14 marzo 2016 di Cacao scritta dalle/dai ragazzi che quest’anno frequentano la 4 A del liceo Maffeo Vegio di Lodi, questo progetto ha come obbiettivo quello di realizzare un viale dedicato alle donne che si sono sacrificate per la libertà altrui e che hanno combattuto contro ingiustizie e soprusi.
Il Viale delle Giuste sorgerà all’interno del Parco Museo della Libera Università di Alcatraz in un percorso di circa 1500 metri lungo il quale saranno esposte le sculture di 40 donne meritevoli del titolo di Giuste.

Lungo il viale saranno installati dei totem in onore di ciascuna donna giusta che successivamente saranno sostituiti da opere d’arte create da artisti e studenti di accademie e licei che verranno realizzate appositamente per ciascuna donna, abbellendo e arricchendo questo luogo.

Il progetto è stato messo a punto dalle/dagli studenti del Liceo Maffeo Vegio di Lodi, guidati dalla docente di filosofia Danila Baldo, insieme a Jacopo Fo, durante lo stage di alternanza scuola lavoro che si è tenuto alla Libera Università di Alcatraz la scorsa primavera.

Attraverso un bando nazionale promosso dall’associazione Toponomastica femminile è stato chiesto a tutte le scuole Italiane, di ogni ordine e grado, di partecipare all’iniziativa individuando un numero di 5 donne di ogni tempo, meritevoli di essere definite “Giuste”, di cui almeno una locale, una nazionale e una straniera. Tutte figure di donne non più viventi e preferibilmente non ancora riconosciute come Giuste in uno dei tanti Giardini dedicati.
Quest’anno hanno partecipato al bando - che si ripeterà l’anno prossimo - numerose scuole e ci sono pervenute un centinaio di candidature, tutte di donne con storie di coraggio, commoventi e bellissime, e in molti casi poco conosciute.
La bellezza e uno degli obbiettivi di questo progetto è infatti proprio quello di fornire uno spunto ai più giovani per andare a ripercorrere la storia e riscoprire figure femminili che, pur avendo contribuito allo sviluppo socio-culturale del territorio e del Paese intero, sono state poi dimenticate. Un progetto per riportare alla luce le tracce delle donne nella storia e nella cultura del territorio e proporle come modelli di valore e di differenza sui quali riflettere e ai quali attingere nell’opera complessa della costruzione dell’identità maschile e femminile.

Il Viale delle Giuste sarà dedicato a Franca Rame che ha trascorso la sua vita a raccontare le storie di chi subiva ingiustizie e a dare voce alle donne di tutto il mondo attraverso i suoi spettacoli.
Andando a rileggere i suoi scritti si trova questa frase: “Quello che vorrei continuare a dire alle donne, anche dopo la mia morte, è di non perdere mai il rispetto di se stesse, di avere dignità. Sempre.”

La Giuria - formata da Tiziana Freti, Jacopo e Mattea Fo (Libera Università di Alcatraz), Maria Pia Ercolini (presidente dell’associazione Toponomastica Femminile), Livia Capasso (presidente del concorso “Sulle vie della parità” e vicepresidente dell’associazione Toponomastica Femminile) con Giada Consiglio e Matteo Valentini, due studenti della classe 4 A del Liceo Maffeo Vegio di Lodi – ha avuto tempo fino a oggi (25 novembre 2016 - ndr), giornata della lotta alla violenza sulle donne, per scegliere i primi 20 nomi che andranno ad animare la prima parte del viale delle giuste che verrà inaugurato nella giornata dell’8 marzo 2017.

I 20 nomi verranno comunicati nella giornata dell’inaugurazione, ma già da oggi sarà possibile inviare una email a info@alcatraz.it per proporsi come artisti interessati a realizzare una installazione artistica dedicata a una delle donne scelte.

A questo link potete scaricare il bando del concorso

Qui invece altre informazioni:
www.toponomasticafemminile.com/
www.dols.it/2016/05/02/la-memoria-delle-giuste/#prettyPhoto


Guarda il video presentazione del progetto

#VialeGiuste #AlcatrazGubbio #25novembre
7-9 dicembre: "PONTE DELL'IMMACOLATA" AD ALCATRAZ
Uno, due o tre giorni da dedicare a te stesso, al tuo riposo, al tuo benessere.
Un'occasione perfetta per staccare dalla routine quotidiana fatta di lavoro, spesa, cucina, pulizie e figli da accompagnare a scuola o da aspettare svegli in piena notte... questo è il momento giusto!
Vieni ad Alcatraz a non far nulla, rilassati e saremo noi a prenderci cura di te! Potrai startene sdraiato a leggere, a pensare, potrai passeggiare nei boschi e respirare aria pulita e rigenerante oppure coccolarti e galleggiare nell'acqua calda della nostra piscina coperta.
Per maggiori informazioni clicca qui
i corsi di alcatraz
2/4 dicembre
IN CUCINA CON ANGELA La nostra cucina ha commosso fino ad oggi migliaia di persone
img
2/4 dicembre
CORSO DI TAI CHI, SHIATSU E STRUMENTI DEL BENESSERE
img
7/9 dicembre
PONTE DELL'IMMACOLATA AD ALCATRAZ Uno, due o tre giorni da dedicare a te stesso, al tuo riposo, al tuo benessere
img
26 dicembre/8 gennaio
YOGA E YOGA DEMENZIALE DI CAPODANNO - FESTA "YIN & YANG" (yoga, meditazione, arte e laboratori creativi)
Clicca qui per il calendario completo dei corsi di Alcatraz Prenota allo 075.9229938/11 email: info@alcatraz.it
link consigliati
Aut. Trib. di Perugia n° 634
del 21/06/1982
Direttore responsabile:
Severino Cesari
Direttore: Jacopo Fo
Anno XI
energia arcobalenoenergia arcobalenoenergia arcobaleno
Facebook
Flickr
Myspace
Twitter
Non vuoi più ricevere questa newsletter?
Clicca qui per cancellare il tuo indirizzo email
Copyright © 2011 Cacao il Quotidiano delle buone Notizie
website -www.cacaonline.it