Non riesci a visualizzare correttamente la Newsletter?
Clicca qui per la versione online.
Flickr
Cacao - il quotidiano delle buone notizie comiche
nr. 35/2017
domenica 29 ottobre
DI SIMONE CANOVA, JACOPO FO, GABRIELLA CANOVA E MARIA CRISTINA DALBOSCO
Da Lo Zen e l'arte di Scopare a Guarire Ridendo, fino alle ultime pubblicazioni.
CLICCA QUI
 Qual è la soluzione migliore? – Parte seconda
Qual è la soluzione migliore? – Parte seconda
Quando ero un ragazzino ero la metà di adesso, anche ora non sono un colosso ma da ragazzo facevo veramente paura. Ed ero anche brufoloso, cosa veramente disdicevole, quindi avevo un livello di insuccesso con le ragazze olimpionico.
Soprattutto d’estate, quando arrivavo a Cesenatico e mi mettevo in costume da bagno, e le mie possibilità precipitavano verticalmente.
L’unico sistema per combinare qualcosa era avere qualcosa da raccontare alle ragazze, avevo una decina di argomenti che tiravo fuori all’occorrenza, facevo una bella figura e così avevo qualche rara possibilità.

Con il passare del tempo mi sono accorto che il sistema di scegliere una via alternativa nella risoluzione dei problemi (vedi cacao domenica 22 ottobre) è proprio giusto.
La prima cosa che ci insegnano è che esiste un metodo già “determinato” e se si vogliono risolvere i nostri problemi bisogna applicare il metodo “ufficiale”.
Ecco, vorrei dirvi che di solito il metodo ufficiale non funziona, e non ci vuole Einstein per capirlo, basta guardare la situazione del mondo: un sistema che ammazza ogni anno 10 milioni di persone di fame e che ne ammazza 100 milioni perché hanno mangiato troppo.
Abbiamo bombe atomiche che potrebbero distruggere 5000 volte il pianeta, e negli anni 70 era peggio, potevamo distruggere il mondo 10mila volte. Capisco che è un discorso noioso ma provate a pensare per un momento all’enormità di questa cosa.
Ci sono stati anni di trattative per distruggere l’arsenale nucleare perché i generali da una parte e quelli dall’altra dicevano: se noi smantelliamo le nostre armi accadrà che noi potremmo far esplodere il pianeta 4999 volte e loro 5000 e così il nostro deterrente nucleare ne soffre.
E se decidiamo che il sistema del potere è sbagliato, non è che ce n’è un altro che invece è perfetto: non funziona così, ognuno di noi ha il suo sistema, quello che ognuno di noi può cercare è il proprio modo di risolvere i propri problemi.
Se pensate che ci sia un qualcuno che è più alto, più bello, più intelligente, più biondo di voi che ha in tasca la soluzione ai vostri problemi e che se seguite il suo sistema arriverete all’obiettivo, ebbene, vi accorgerete che non funziona.
E’ stato effettuato un esperimento che dovrebbe cancellare tutte le discussioni che continuo a sentire sul come stare bene: un medico francese ha fatto una ricerca nei vari ospedali europei per cercare quelle persone che dovevano essere morte e che invece erano ancora vive in modo clinicamente inspiegabile. Insomma, quei casi in cui le analisi, le condizioni del paziente farebbero pensare che questi dovrebbe essere trapassato da tempo ma che invece, oltre ogni previsione, continua a vivere.
Il medico francese e la sua equipe trovano 3000 casi “miracolosi” e quindi vanno a visitare queste persone.  Possiamo immaginare che queste 3000 persone abbiamo trovato IL sistema giusto, quello che guarisce da malattie altrimenti mortali e quello che scopre è che queste persone sono guarite con 1500 sistemi diversi, alcuni completamente idioti. Buttarsi nell’acqua gelata d’inverno a Trieste alle cinque del mattino non ha nessun rapporto con la leucemia ma c’è un uomo con la leucemia che quando fa questa cosa guarisce, e gli altri del reparto leucemici, visto che quel paziente è guarito vogliono imitarlo e si vanno a buttare al mare d’inverno pure loro: una strage.
Quindi quello era un sistema che andava bene per QUEL paziente.
Alcuni guariscono con la medicina ufficiale, il medico aveva dato una medicina pensando: boh, proviamo e si stupisce lui stesso della guarigione. Magari gli ha solo prescritto dell’aspirina pensando che male non poteva poi fare e il paziente è guarito!

Allora, quando qualcuno vi dice: fai questo perché funziona, scappate! Non vi serve perché questa è la SUA soluzione. Ecco perché nel corso di Yoga demenziale non vi faccio fare degli esercizi ma vi propongo una serie di esperimenti, di possibilità e vi do una serie di informazioni, poi se voi volete provare qualcosa o no, quelli sono fatti vostri.
Se volete arrivare in ritardo alle lezioni o non venirci affatto va benissimo, perché funziona solo se vi interessa e quando vi interessa.
Fare qualcosa controvoglia è peggio che non farla. Il principio fondamentale è che voi siete le uniche persone che sanno cosa è importante per voi, o se non lo sanno possono provare a fare degli esperimenti ma fare qualcosa controvoglia per definizione non serve.
Se vi hanno detto che lo studio è noia e sofferenza, vi hanno detto una cosa sbagliata, si riescono a capire le cose nel momento in cui si trova la passione. Il problema è quello e la passione è un’altra cosa che non vi posso insegnare. Però possiamo fare degli esprimenti insieme appassionanti e sperare che si crei un vortice di divertimento collettivo così magari ci si appassiona a qualcosa che prima non interessava.
Appassionarsi, secondo me, è l’unico vero affare. Per prima cosa alla propria vita.

Mi rendo conto che molti dei miei problemi li ho risolti per culo.
Ma di questo ve ne parlo la settimana prossima :)
(continua)
JACOPO FO – Lo Zen e l’Arte di far l’Amore
Venerdì 17 novembre 2017
Jacopo Fo in LO ZEN E L'ARTE DI FAR L'AMOR
E
Roma, Libreria Teatro Tlon, Via Federico Nansen, 14 (zona Piramide/Garbatella)
Clicca qui
One Goose Revolution
Un nome nuovo per una pratica antica: mettere insieme piante e animali. Sotto le vigne oche, anatre e polli.
Il progetto è stato sperimentato in Umbria dall’Università di Perugia e si è visto che le oche e le anatre preferiscono le vigne mentre i polli e i tacchini razzolano sotto gli olivi che crescono in terreni più aridi.
"La quantità di oche che può essere allevata in un ettaro senza che ci siano troppi danni è di circa 100 individui – spiega Roberto Di Filippo della cantina omonima – Per otto mesi all’anno gli animali passano in media otto ore in vigna per poi ritornare, quasi sempre da soli, nei recinti".
Gli animali mangiano gli insetti, dannosi per le piante, inoltre concimano il terreno e le loro carni sono più gustose rispetto a quelle da allevamento.
Razzolate e moltiplicatevi,
(Fonte: Repubblica)
Cinque turbine eoliche sono state fissate in acqua
Nel Mare del Nord, a 15 miglia da Peterhead, in Scozia, sono state posizionate 5 turbine galleggianti alte 250 metri che affondano nell'acqua per circa 80. Il progetto, chiamato Hywind, prevede che ogni pala abbia una potenza di 6 megawatt; collegate alla rete elettrica cittadina, sono in grado di coprire il fabbisogno elettrico di 20 mila abitazioni.
(fonte: nationalgeographic.it)
Acqua in bocca
Ha aperto il 21 ottobre a Losanna il più grande acquario d'acqua dolce d'Europa. La particolarità di AQUATIS, questo il nome, è quella di essere un Aquarium-Vivarium interattivo e innovativo, un progetto scientifico, tecnologico, culturale ed ecosostenibile, con un percorso alla scoperta dei cinque continenti attraverso 46 acquari/terrari/rettilari, 20 ecosistemi e 10mila pesci d'acqua dolce.
Unica pecca, è vietata la pesca…
(fonte: aquatis.ch)
Anche gli Americani lo fanno
E’ la fine anche negli Usa dei preservativi a taglia unica. Una società di Boston ne produrrà 60 tipi di taglie diverse sia in lunghezza che in larghezza così da invogliare gli uomini a usarli più volentieri.
Fino a poco tempo fa negli Usa la misura era standard e, per un eccesso di autostima, erano sempre un po’ troppo lunghi.
Ora sono disponibili in lunghezze che vanno da 12,4 a 23,8 centimetri e a circonferenze da 8,8 a 12,7 centimetri.
Si potranno evitare così imbarazzanti risvoltini.
(Fonte: Il Post)
Ehi, avete sbagliato strada!!!
Piccolo, ma neanche tanto, incidente di percorso alla Maratona di Venezia svoltasi domenica 22 ottobre.
Il gruppo di testa, formato da 6 corridori, ha sbagliato strada imboccando una pista ciclabile invece del percorso regolamentare. E’ stata una svista, i corridori stavano seguendo le moto e non si sono accorti della svolta.
Grazie a questo errore la maratona è stata vinta dall’italiano Eyob Faniel, 24 anni.
Era da 22 anni che un atleta italiano non vinceva la maratona di Venezia.
I sei corridori sono stati recuperati a Belluno.
(Fonte: Repubblica)
Un buon lavoro
Nientepopodimenoche il New York Times cerca una persona che sia disposta a viaggiare per un anno in tutto il mondo.
Dovrà cercare i “52 luoghi da visitare” – uno a settimana – per cui vale la pena di mettersi in viaggio. Luoghi che meritino una capatina perché c’è un’ottima cucina, un museo originale, la natura incontaminata.
Insomma, è uno sporco lavoro ma qualcuno deve pur farlo. Astenersi sedentari.
(Fonte: Ansa)
Campione del mondo senza il pizzo
Matteo Cutolo, titolare della pasticceria “Generoso” a Ercolano negli anni tra il 2007 e 2009 si trovava in guai seri: la via IV novembre era in una zona di confine tra due clan ed entrambi pretendevano il pizzo. Fino a che i commercianti decisero di denunciare gli estorsori e oggi, a distanza di quasi dieci anni da quella rivolta contro il racket, Matteo ha vinto con la squadra italiana i mondiali di pasticceria organizzati dalla Federazione internazionale pasticceria, gelateria e cioccolateria (Fipgc).
E il pizzo lo usa solo di zucchero per decorare le torte.
(Fonte: Corriere.it)
Paura dei ragni e dei serpenti?
Secondo uno studio dei ricercatori del Max Planck Institute for Human Cognitive and Brain Sciences di Leipzig e della Uppsala University, la paura dei ragni (e pure dei serpenti) sarebbe una caratteristica innata della nostra specie, tanto che le reazioni di disgusto si ritrovano anche nei neonati.
Il nostro cervello sarebbe in grado di identificare molto rapidamente ragni e serpenti come “pericolo”: secondo gli psicologi, quello che oggi ci disgusta un tempo costituiva una vera e propria minaccia per la sopravvivenza dei nostri antenati.
Le fontane blu di Roma
Oggi diventeranno blu sei fontane di Roma in occasione del summit: “Clima e Acqua, i grandi Fiumi del mondo si incontrano”.
Lo scopo del summit è quello di prevenire i danni provocati dai cambiamenti climatici che hanno un peso non poco rilevante in tutti i settori, compreso quello della gestione del servizio idrico.
Secondo gli esperti del Giec, il Gruppo intergovernativo sull'evoluzione del clima, infatti, i cambiamenti climatici stanno determinando un forte impatto sulla disponibilità dell'acqua dolce.

(Fonte: Ansa)
E a proposito di acqua
Se passate da Cumbria, in Inghilterra potrete osservare una cascata che invece di andare in giù va in su. Nessun mistero alieno, solo un vento che taglia le orecchie.
(Fonte: Greenme.it)
VIDEO
Cuori d’oro
Albenga (SV). Un uomo di circa 70 anni ruba una confezione di salame in un supermercato e il titolare telefona ai carabinieri.
Che sono arrivati, hanno pagato il salame e hanno pure fatto una colletta per aiutare l’uomo che rimasto senza lavoro e abbandonato dalla famiglia si trova in grandi difficoltà economiche.
(Fonte: Ansa.it)
La green economy per tre milioni di posti di lavoro
Poco meno di tre milioni di lavoratori, una cifra che corrisponde al 13,1% dell'occupazione italiana, sono impiegati in un'azienda green. E molte sono le aziende che rinnovando i processi produttivi in ottica ecologica sono rimaste competitive sui mercati nazionali ed esteri.
Questi dati emergono dal Rapporto GreenItaly presentato da Fondazione Symbola.
E il futuro è ancora più verde-rosa. L’ecologia conviene.
(Fonte: Repubblica)
Un wombat!
Allo zoo di Chicago grande festa per la nascita di un wobat, un marsupiale australiano rarissimo tanto che negli gli Stati Uniti ce ne sono solo nove esemplari.
Forse perché è australiano.
(Fonte: Ansa.it)
Come “Up”, aggrappato ai palloncini
Tom Morgan di Bristol (GB) è andato fino in Sudafrica per imitare il protagonista del film UP della Pixar e ha percorso 25 chilometri appeso a 100 palloncini colorati e riempiti di elio raggiungendo l’altezza di 2500 metri.
“Ancora!” sembra abbia dichiarato dopo l’atterraggio.
(Fonte: Repubblica)
VIDEO
Come si attiva la serotonina
Scoperto da un team di ricercatori di Pisa il meccanismo di attivazione della serotonina, detta anche la “molecola della felicità”. Gli studiosi hanno osservato in tempo reale le regioni cerebrali che si accendono perché stimolate dalla serotonina. La ricerca aiuta in modo significativo lo studio di nuove terapie per ansia, depressione e schizofrenia. (Fonte: Repubblica)
Premio Aspen 2017
A Francesco Tombesi per la collaborazione e la ricerca scientifica tra Italia e Stati Uniti. Nel 2015 la sua ricerca sul “respiro” dei buchi neri gli ha fatto conquistare la copertina della rivista Nature.
Adesso sta cercando di capire se starnutiscono.
(Fonte: Ansa.it)
3-5 novembre: VOCE CREATIVA con Claudia Fofi
La prossima settimana, dal 3 al 5 novembre, non perdetevi il corso tenuto da Claudia Fofi, Ostetrica della Voce: la migliore occasione per scoprire, potenziare, migliorare, imparare ad amare la propria voce. Ovviamente ad Alcatraz! Vi aspettiamo!
Per info e prenotazioni
i corsi di alcatraz
3/5 novembre
VOCE CREATIVA, per scoprire, potenziare, migliorare, imparare ad amare la propria voce
img
3/5 novembre
IN CUCINA CON ANGELA
img
3/5 novembre
CORSO DI TAI CHI, SHIATSU E STRUMENTI DEL BENESSERE
img
4/5 novembre
CORSO DI BASIC WATSU
img
10/12 novembre
CORSO "LE VOCI DELL'ANIMA"
img
7/10 novembre
"PONTE DELL'IMMACOLATA" AD ALCATRAZ
img
27 dicembre/2 gennaio
CAPODANNO AD ALCATRAZ
Clicca qui per il calendario completo dei corsi di Alcatraz Prenota allo 075.9229938/11 email: info@alcatraz.it
link consigliati
Aut. Trib. di Perugia n° 634
del 21/06/1982
Direttore responsabile:
Severino Cesari
Direttore: Jacopo Fo
Anno XI
energia arcobalenoenergia arcobalenoenergia arcobaleno
Facebook
Flickr
Myspace
Twitter
Non vuoi più ricevere questa newsletter?
Clicca qui per cancellare il tuo indirizzo email
Copyright © 2011 Cacao il Quotidiano delle buone Notizie
website -www.cacaonline.it