Non riesci a visualizzare correttamente la Newsletter?
Clicca qui per la versione online.
Flickr
Cacao - il quotidiano delle buone notizie comiche
nr. 34/2017
domenica 22 ottobre
DI SIMONE CANOVA, JACOPO FO, GABRIELLA CANOVA E MARIA CRISTINA DALBOSCO
Gruppo d'acquisto di olio extravergine d'oliva spremuto a freddo
Solo olive 100% italiane lavorate in Umbria per un prodotto sano e buono.
Nuovo raccolto 2017!
Per maggiori informazioni

 Qual e’ la soluzione migliore?
Qual e’ la soluzione migliore?
di Jacopo Fo

Ci sono molte persone che sostengono di aver trovato la soluzione dei problemi.
Io non ho trovato la soluzione dei problemi, uso un altro metodo: metto insieme informazioni che mancano.
L’idea è che se una persona ha un maggior numero di informazioni, e quelle sbagliate vengono corrette, potrà affrontare i suoi problemi in maniera più efficiente e più produttiva.
Questa mia propensione deriva da un’esperienza per me molto scioccante: quando avevo tre anni e mezzo la mia famiglia ha deciso per la terza e ultima volta di fare una gita fuori porta. Forse per le vostre famiglie funziona ma per la mia era assolutamente insostenibile e infatti ce ne sono state solo tre…
Decidono di andare a mangiare in un ristorante sulle Alpi, per arrivarci bisognava prendere la seggiovia. Era estate e partiamo per questa spedizione. Arriviamo alla seggiovia e andando contro a ogni trattato internazionale sul trattamento dei prigionieri politici e dei bambini, la mia famiglia mi mette su un seggiolino che va a un’altezza spropositata sopra una foresta e nessuno li denuncia al Telefono Azzurro o chiama i vigili del fuoco o gli agenti psichiatrici e io vengo colto logicamente da una crisi di panico.
Quando arrivo in fondo, c’è l’addetto che mi deve far scendere, il ragazzo si rende conto che grazie alla muscolatura scimmia ho un forza mostruosa e non riesce a staccarmi dal seggiolino.
Una persona normale avrebbe fatto fermare qualche secondo la seggiovia, mi avrebbe calmato e fatto scendere, questo tizio sceglie un altro metodo e mi dà un ceffone mostruoso e mi tira giù.
Arriva mio padre sul suo seggiolino e invece di uccidere sotto i miei occhi festanti questo essere immondo, non fa una piega e capisco che funziona così: seggiovia, ceffone, il mondo è una merda.
Arriva mia madre anche lei impassibile sul fatto che io sia stato percosso da uno sconosciuto e mi portano in questo c… di ristorante di m… in cima alla montagna.
Non mi sono gustato molto il cibo perché pensavo al ceffone che avrei preso al ritorno.
Finalmente mio padre si rende conto che sono sull’orlo di una crisi di nervi e mi chiede: “hai paura a ritornare sulla seggiovia?” e io penso: “E’ un genio! Dovrebbero dargli il Nobel!”
“Bene” continua lui “Se hai paura torniamo giù a piedi”.

Non gli credetti perché ormai sapevo che mio padre faceva delle cose assurde.
Una volta tornai a casa sconvolto dall’asilo perché avevo scoperto che tutti i bambini avevano l’onomastico e io non sapevo neanche cos’era.
Allora chiesi ai miei genitori: “Ma quando è il mio onomastico?” e mio padre invece di andare a cercare nel libretto degli onomastici dove c’era San Jacopo, povera creatura, mi dice: “Guarda Jacopo, non discutiamo come ti chiami, perché non è colpa mia. Quando eri nella pancia della mamma io mi sono avvicinato e ho chiesto: bambino come vuoi chiamarti? E tu hai risposto Jacopo e così ti abbiamo chiamato”.
Quindi, voi capite, che ero abituato a manipolazioni orrende.

Tornando alla nostra gita in montagna, mio padre mi dice: “Scendiamo a piedi”.
“Ma davvero? Certo!” rispondo.
E per me quella camminata è stata un’esperienza fantastica tanto che credo sia uno dei motivi per cui anni dopo sono venuto a vivere in mezzo ai boschi.
Per me era un luogo inconcepibile, abituato a strade e case questo spazio immenso che abbiamo percorso per ore mi sembrava impossibile.
Era una situazione mentale stupefacente perché è l’incapacità di leggere la realtà che non si conosce. Ho avuto la mia prima esperienza in quella lunga passeggiata perché a un certo punto arriviamo su un torrente, per me non esisteva il concetto del mondo “naturale” fuori dal mondo cittadino, quindi vedo quest’acqua e mi dico: “Ma chi ha rovesciato tutta quest’acqua?” e mi rivolgo a mio padre. “E questa chi l’asciuga adesso?”
E poi vedo le mucche e chiedo a mio padre: “Chi sono questi mostri?”
E lui mi risponde: “Non ti preoccupare, se non gli dai fastidio non ti attaccano, sono delle mucche”
E il fatto che lui sapesse cosa c’era in questo mondo sconosciuto era veramente incredibile.
Dopo ore meravigliose e un colossale imprinting naturalistico arriviamo a valle e troviamo mia madre che era andata in seggiovia perché aveva le scarpe col tacco e la troviamo tutta sgarrupata perché, presa dall’ansia per il marito e il figlio in mezzo al bosco, era scesa dal seggiolino prima di arrivare alla piattaforma e aveva fatto così un bel salto, per fortuna un pino aveva attutito la caduta ma si era strappata il vestito, le calze, ecc.
E lì ho capito che c’è sempre un’altra via ed è sempre meglio.
Quando ho dei problemi chiedo qual è la soluzione e se non mi piace vado a vedere se c’è un’altra soluzione e… funziona.
Cristoforo Colombo e Re Erode erano brave persone
Aldo Grasso mi ha citato tre volte nei suoi articoli. Due volte contro e una a favore, quindi, suppongo che non mi odi a priori e per questo lo ringrazio. Inoltre ha concluso il suo ultimo articolo con una frase che ho trovato geniale, a prescindere dal fatto che fosse rivolta contro di me: mi avvisa del rischio che corro di “far ricadere sui padri le colpe dei figli”. GRANDE! Quindi cerco di rispondere alle sue obiezioni in modo amichevole e diciamolo, anche lusingato.
La questione è la seguente: in un video realizzato con Mario Pirovano abbiamo sostenuto che Colombo era un criminale e lo abbiamo condannato a una pena antica: la dannazione della memoria.
A differenza di alcuni ignoranti seriali, Grasso non ha contestato i fatti storici, inoppugnabili e comprovati da numerose testimonianze, a partire dai diari scritti da Colombo stesso. Grasso muove invece una critica che ha una sua logica: egli pensa che i crimini di Cristoforo siano mitigati dal fatto che sono stati compiuti in un’epoca nella quale schiavismo, torture ed esecuzioni sommarie erano pratica corrente e osserva che è difficile spiegarmi che “è sempre un errore leggere la storia della fine del secolo XV, per quanto crudele ed efferata, con gli occhi di oggi”. (...)

CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO
Il più grande concorso delle piccole foto
Qui i vincitori dell’edizione 2017 del Nikon International Small World, il più grande concorso riservato alle fotografie al microscopio.
Solo 10.mo posto la foto a luci rosse.
Un 2016 da record per le energie rinnovabili
E’ quanto emerge dal nuovo rapporto “Renewables 2017”, pubblicato nei giorni scorsi dalla International Energy Agency (IEA). Nel 2016 le fonti rinnovabili hanno rappresentato quasi due terzi della nuova potenza netta installata a livello globale, con poco meno di 165 Gigawatt connessi alla rete. Il rapporto prevede una crescita costante fino al 2022 delle rinnovabili che potrebbero arrivare a una potenza totale installata di 920 GW (740 GW da fotovoltaico). (Fonte: Equologia)
La testuggine stellata birmana è salva!
Grazie agli sforzi compiuti per la conservazione della specie, la testuggine stellata birmana non è più a rischio estinzione. Oggi se ne contano 14mila esemplari mentre nel 2000 erano poche centinaia. Il tasso di crescita annuo è del 37%, rende noto Wildlife Conservation Society (Wcs), partner, con enti locali, dei programmi di tutela. Negli anni ‘90 erano ricercatissime come fauna esotica, soprattutto dal mercato cinese.
(Fonte: Ansa Ambiente)
Il car pooling aziendale Jojob
Sono già 100 le grosse aziende e oltre 1.600 le piccole e medie imprese che in Italia aderiscono al car pooling aziendale Jojob, la condivisione dell’auto per andare e tornare dal lavoro.
Iscrivendosi al portale e scaricando l’app si può scoprire se nel raggio di 500 metri/1,5 km c’è qualcuno che fa il tuo stesso tratto casa-ufficio-casa con cui condividere il viaggio e risparmiare.
“Nel primo semestre del 2017, grazie alla condivisione del tragitto, sono 762.878,27 i km risparmiati e 99 tonnellate di CO2 non emesse in atmosfera”, ha spiegato Gerard Albertengo, Ceo di Jojob.
L'Atlante della vita si arricchisce di rettili ed è finalmente completo
E' ufficiale: 31mila specie animali fanno ora parte dell'Atlante della vita, strumento volto a conoscere, conservare e tutelare la fauna globale.
Non manca più nessuno, come al solito però non si vedono i due liocorni...
(Fonte: ansa.it)
Se il tuo cuore ha fatto il botto chiama il 118
A Ferrara, per sensibilizzare gli italiani all'arresto cardiaco improvviso, nasce il progetto 'Ambulance dance - La canzone salvavita', scritta dal cardiologo Carlo Tumscitz e dai medici dell'Associazione "Heart & Music for Life" assieme agli Skiantos, gruppo rock di Bologna. Lo scopo è appunto quello di istruire il popolo italiano su un tema purtroppo molto frequente e sottovalutato quale l'infarto e i suoi sintomi, insegnando l'importanza di chiamare il 118 piuttosto che recarsi personalmente in ospedale.
(Fonte: ansa.it)
Sìììì, ladro si appisola con la refurtiva!!!
E’ successo a Lucca: un ragazzo di 19 anni è stato arrestato mentre dormiva in un parcheggio dopo una notte di furti in case della zona.
Oltre a un coltello e una torcia i Carabinieri hanno rinvenuto anche numerosi occhiali di marca, un portafogli, telefoni cellulari, un blocchetto di assegni e una bicicletta.
Arrestato, ha diritto a un caffè.
(Fonte: Il Tirreno)
Se lo dice l'Harvard Medical School
Secondo il dottore I-Min Lee, dell'Harvard Medical School (Usa), i migliori esercizi per mantenersi sani sono: il nuoto, per la sua completezza e per proteggere dal declino cognitivo, il Tai Chi, contro stress e artrite reumatoide, il sollevamento pesi, per aumentare la massa muscolare e accelerare il metabolismo, il camminare, per contrastare l'obesità, e gli esercizi di Kegel, per migliorare il pavimento pelvico.
Se non avete abbastanza tempo per fare tutto provate a metterne insieme un paio: Tai Chi e nuoto?
(Fonte; Greenstyle.it, segnalata da Davide Calabria, grazie!)
Contro l’insonnia ci vuole la noia
Che non è esattamente una novità e adesso ne abbiamo anche la prova scientifica: un team di ricercatori giapponesi e cinesi dell’Università di Tsukuba ha pubblicato una ricerca su Nature Communications dove si dimostra che è proprio la mancanza di interesse e di stimoli ad accendere il sonno.
In base allo studio, l'anello che congiunge la noia al sonno potrebbe consistere nel nucleus accumbens, un'area cerebrale che gioca un ruolo importante in numerosi processi cognitivi.
(Fonte: Ansa)
L’automobile cuscino
Toyota Gosei ha presentato al salone di Tokio 2017 un’auto completamente rivestita di gomma, perfetta come city car e soprattutto sicura per i pedoni. La macchina, che per il design farebbe la felicità di Disney, può gonfiarsi o sgonfiarsi a piacimento e mandare messaggi luminosi dalle portiere.
Si chiama "Flesby II Concept" e sarà in commercio nel 2030.
I pedoni che saranno vivi per quella data, poi non saranno più in pericolo.
(Fonte Ansa.it)
Spargete le mie ceneri su Marte
Due ex studenti dell'Università di Sheffield hanno fondato una startup per portare le ceneri dei cari estinti nello spazio.
In pratica un pallone gonfio di elio porta l'urna ad alta quota, a circa 30 chilometri, da qui libera le ceneri che verranno trasportate attorno al globo dai venti della stratosfera.
(Fonte: Repubblica)
'The beginning'
I ricercatori del Wyss Institute presso l'Università di Harvard hanno creato un video che racconta la fecondazione come se trattasse di un episodio di Guerre Stellari.
La musica è un po’ inquietante ma il meccanismo è chiaro.
VIDEO
C'è un Cavaliere Jedi in ognuno di noi
Chi non ha mai sognato di impugnare la mitica spada laser di Star Wars? Con la Star Wars Jedi Challenge è ora possibile: basterà acquistare un kit composto da un visore per Realtà Aumentata all'interno del quale si inserisce lo smartphone, una spada laser e un sensore per il tracking del movimento; prezzo in Inghilterra: 249 sterline.
Risveglia la Forza e difendi la galassia!
VIDEO
(fonte: wired.it)
Voglia di navigare? Meglio la Lituania
Navigare sì, ma con lo smartphone. Secondo uno studio della Ooma, azienda americana di telecomunicazioni, la Lituania risulta essere il Paese con il migliore Wi-Fi- pubblico del mondo. Gli Stati Uniti si classificano all'ultimo posto, mentre l'Italia non rientra nemmeno nella Top 20.
(fonte: wired.it)
La cana pacifista licenziata dalla Cia
Non sono serviti mesi di addestramento, pause per farla rilassare, non c’è stato niente da fare: Lulu, cane poliziotto, non ne ha voluto sapere di annusare le bombe. E così l’hanno licenziata ed è stata adottata dal suo addestratore che ha scoperto che Lulu adora inseguire gli scoiattoli, così, per gioco. (Fonte: Ansa)
Sant’Elena e le tartarughe
Lì fu esiliato Napoleone, è un’isola dell’Atlantico Meridionale dove vive una tartaruga gigante: Jonathan, classe 1831.
All’età di 150, nel fiore della gioventù, Jonathan ha cominciato a dare segni di inquietudine e gli esperti hanno pensato che avesse bisogno di una compagna. E avevano ragione: i due andavano proprio d’accordo. Per Jonathan e Federica, così si chiama la compagna, la vita trascorreva tranquilla: tutte le domeniche mattina i due assolvevano ai propri doveri coniugali e per il resto della settimana coccole e attenzioni reciproche.
Unico neo alla loro unione: la mancanza di figli e allora i veterinari hanno deciso di indagare, magari Federica era sterile.
No, Federica si è rivelata essere Federico e così si è spiegato l’arcano; e così i due sono diventati il simbolo dei diritti gay.
Per ironia della sorte a Sant’Elena le autorità hanno bloccato la legge sui matrimoni tra persone dello stesso sesso.
Jonathan e Federico continueranno a vivere felici e contenti nel peccato.
(Fonte: Repubblica)
Notizie dal Comitato Nobel per i Disabili Onlus
Il Comitato Nobel per i Disabili Onlus PARTECIPA e SOSTIENE il progetto SALA MUSICA BORGOSUONO dove le differenze si con-fondono nelle note.
Sabato 21 Ottobre dalle 15 alle 23.30 “La Festival 2017”  CAV Borgo Panigale, via Giacosa, 6 Bologna.
Saremo presenti con un banchetto dove potrete acquistare le stampe d'arte di Dario Fo il ricavato sarà interamente devoluto al finanziamento dei progetti dell'Associazione Borgomondo Sala Musica e Hip Hop Philosophy con ragazzi/e che producono solidarietà attraverso la musica
Per informazioni vai al sito www.comitatonobeldisabili.it visita anche arteirregolare.comitatonobeldisabili.it
i corsi di alcatraz
22 ottobre
GIORNATA ESPERIENZIALE DI MEDITAZIONE MINDFULNESS
img
3/5 novembre
VOCE CREATIVA, per scoprire, potenziare, migliorare, imparare ad amare la propria voce
img
3/5 novembre
IN CUCINA CON ANGELA
img
3/5 novembre
CORSO DI TAI CHI, SHIATSU E STRUMENTI DEL BENESSERE
img
4/5 novembre
CORSO DI BASIC WATSU
img
10/12 novembre
CORSO "LE VOCI DELL'ANIMA"
img
7/10 novembre
"PONTE DELL'IMMACOLATA" AD ALCATRAZ
img
27 dicembre/2 gennaio
CAPODANNO AD ALCATRAZ
Clicca qui per il calendario completo dei corsi di Alcatraz Prenota allo 075.9229938/11 email: info@alcatraz.it
link consigliati
Aut. Trib. di Perugia n° 634
del 21/06/1982
Direttore responsabile:
Severino Cesari
Direttore: Jacopo Fo
Anno XI
energia arcobalenoenergia arcobalenoenergia arcobaleno
Facebook
Flickr
Myspace
Twitter
Non vuoi più ricevere questa newsletter?
Clicca qui per cancellare il tuo indirizzo email
Copyright © 2011 Cacao il Quotidiano delle buone Notizie
website -www.cacaonline.it