Non riesci a visualizzare correttamente la Newsletter?
Clicca qui per la versione online.
Flickr
Cacao - il quotidiano delle buone notizie comiche
nr. 20/2017
domenica 11 giugno
DI SIMONE CANOVA, JACOPO FO, GABRIELLA CANOVA E MARIA CRISTINA DALBOSCO
Da Lo Zen e l'arte di Scopare a Guarire Ridendo, fino alle ultime pubblicazioni.
CLICCA QUI
 Lezioni di filosofia orientale (come non le avete mai sentite)
Lezioni di filosofia orientale (come non le avete mai sentite)
Incontro di Jacopo Fo con gli studenti al teatro Puccini di Firenze in occasione della decima edizione del Filosofestival – Prima parte

Buongiorno,
la filosofia orientale è un grosso bordello. Innanzitutto perché siamo abituati ad aver a che fare con i nostri preti, e i preti orientali sembrano tutti belli, bravi e intelligenti e invece là dove c’è il potere vi sono sempre dei meccanismi perversi.
In Tibet, in uno dei centri culturali che oggi va molto di moda, c’è un personaggio che è come San Francesco in Italia, grossomodo: la differenza è che la popolazione tibetana è molto matriarcale, le donne hanno un grande potere e hanno una grande libertà anche dal punto di vista sessuale. Ad esempio è uno dei pochi Paesi del mondo dove una donna può sposare tutti i fratelli di una famiglia.
Quindi, essendo la cultura tibetana di origine matriarcale, la sessualità non è considerata peccato come da noi, anzi è un momento di elevazione dell’anima. Nelle culture matriarcali primitive di cui esistono ancora oggi tracce in alcune zone dell’Africa, dell’Asia e del Sudamerica, quello che per noi è la comunione con la divinità si ottiene attraverso due modi: ridendo e con il piacere sessuale.
L’orgasmo è l’unione con la divinità.
Per quanto riguarda il ridere, in Italia fino al 1200 in Puglia esisteva il Risus Pascalis, la risata di Pasqua. Durante la messa di Pasqua, per ottenere la consacrazione dell’Ostia, bisognava che tutti i fedeli ridessero sennò Dio non arrivava perché non gli piaceva la gente seria.
Tornando al San Francesco tibetano, devo dire che era un personaggio veramente molto strano. Si racconta che un tempo in Tibet ci fu un periodo di grande siccità e i monaci tibetani facevano credere al popolo che erano loro a decidere quando doveva piovere. E quindi il popolo, vista la carestia, se la prendono con i monaci accusandoli di essere alla fame per colpa della loro malvagità perché non fanno venire la pioggia.
Il Dalai lama è disperato e organizza un grande rito collettivo in una valle con decine di migliaia di persone. Immaginatevi una sorta di teatro con delle scalinate dove ci sono tutte le autorità religiose, i suonatori con le trombe lunghissime, le ruote della preghiera che girano… dopo ore ancora il cielo è terso e non si vede alcuna nuvola all’orizzonte. A questo punto arriva Kunga Legpa, tutto sporco, stracciato ma lo fanno passare perché è un famoso maestro spirituale e quando è in uno spiazzo davanti a tutta la gente e ai monaci si mette a testa in giù e incrocia le gambe. La tunica gli cade lasciando scoperto il sedere e lui spara una scoreggia epocale. Immediatamente inizia a piovere tantissimo e Kunga Legpa si rimette in piedi mentre tutti felici scappano da questa pioggia fortissima. L’unico che rimane fermo al suo posto è il Dalai Lama che è sconvolto dall’aver assistito a questo miracolo e Kunga Legpa gli si rivolge dicendo: “Hai visto che vale più una mia scoreggia di tutte le tue preghiere?”
E malgrado questo non gli tagliano la testa, in Tibet lo considerano una persona importante e a queste parole il Dalai Lama risponde: “Bene, visto che tu hai fatto piovere quando noi non ne siamo stati capaci ti do l’autorizzazione a formare un tuo ordine monacale, però al massimo sono ammessi dodici monaci, perché altrimenti mettereste in crisi tutta la chiesa tibetana.”
Esiste un vangelo delle gesta di Kunga Legpa che si intitola “Le gioiose avventure di Kunga Legpa”.
Vicino a Grosseto c’è un’associazione culturale buddista Merigar dove vive un discendente di Kunga Legpa, il professor Chögyal Namkhai Norbu, professore di lingue orientali.
Questo vangelo è molto divertente perché sono raccontati tutti i miracoli del monaco tibetano, anche se a dire il vero, l’unico vero miracolo è quello che vi ho appena raccontato.
Gli altri sono assurdi, per esempio: Kunga Legpa entra in una bettola e vede che c’è una donna che sta per avvelenare il marito, quando la donna vede il sorriso del monaco desiste dal suo proposito.
Un altro giorno sta camminando quando vede un gruppo di banditi che sta nascosto in attesa di assaltare una carovana e fare una carneficina. Allora il monaco si avvicina e dice: “Buongiorno, ma che bella giornata!” E se ne va. I banditi si guardano tra di loro e si dicono: “Ma perché stiamo qui ad aspettare di ammazzare la gente? Oggi possiamo fare delle cose più divertenti” e così rinunciano al massacro.
Insomma, tutti i miracoli di Kunga Legpa sono preventivi perché lui dice: “Che gusto c’è a resuscitare un morto? Bisogna impedire che lo ammazzino. Questo è il vero miracolo”.
Gira nei villaggi e fa prediche molto strane - ricordiamo che si parla sempre di popolazioni matriarcali, certi discorsi nel Medioevo in Toscana o in Sicilia sarebbero stati impensabili - parla alla gente e urla: “Uomini, voi non capite niente, siete delle teste di cavolo, portate qui le vostre donne e così facciamo l’amore e attraverso il rapporto insegno loro l’illuminazione e la grande sapienza del buddismo”. Due ragazze, in due diverse situazioni, si presentano e dicono: “Siamo qui, siamo disposte a fare l’amore per imparare tutta la tua conoscenza”.
Porta la prima ragazza in una grotta, per giorni si accoppiano in maniera molto appassionata dopodichè il monaco esce dalla grotta, la mura dopo averle lasciato cibo e acqua, dichiarando che dopo tanto amore è meglio che la ragazza stia da sola e si gusti con calma tutto quello che è accaduto. Torna dopo 15 giorni, abbatte il muro e la fanciulla esce dalla grotta volando perché è talmente pura e felice da non essere più sensibile alla forza di gravità e così vola nel mondo predicando la grandezza del Buddha.
E così avviene anche, in tempi diversi, con la seconda ragazza.
In alcuni templi buddisti potete vedere un altare dedicato a questo santo dove vi sono scolpite immagini che difficilmente potrete vedere nelle nostre chiese cattoliche: Kunga Legpa è sempre ritratto vestito da straccione che regge un enorme sesso maschile dal quale escono lampi e tuoni, un’eruzione vulcanica. La gente va lì e prega, decisamente una cultura molto diversa dalla nostra :)

(Continua qui)
Terrorismo: amici pacifisti, siamo forse malati?
di Jacopo Fo
È successo qualche cosa. Ci siamo distratti un attimo e quando abbiamo riaperto gli occhi tutto era digitale. Ho la sensazione che il Movimento Pacifista abbia perso un po’ il senso delle cose flesciato dalla realtà virtuale.

Nell’era dei telefonini certe frasi come: terrorismo capitalista, sono desuete. I terroristi sono gli estremisti islamici, la borghesia non è più assassina, è digitale, connessa, sta sul cloud, sulla nuvola, eterea, immateriale.
Invece bisogna proprio riaffermare certe parole, dure, vecchie, ma vere.
E guardare a quel che sta succedendo al di fuori del nostro smartphone. (…)

CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO
La Palazzina Liberty dedicata a Franca e Dario
Via libera del Consiglio comunale di Milano alla mozione, presentata dal Movimento 5 stelle, che impegna il sindaco e la giunta a intitolare la Palazzina Liberty a Dario Fo e Franca Rame. Tra il 1974 e il 1980, infatti, l'immobile, di proprietà del Comune di Milano, all'epoca in disuso, fu inizialmente occupato dai Fo e, poi, dato legalmente in gestione alla coppia, che ne fece la sede del proprio collettivo teatrale 'La Comune'.
Riciclare l’energia elettrica
Uno studio nato da una collaborazione tra ricercatori svizzeri, cinesi e svedesi pubblicato su Nature presenta una nuova tecnologia con cui realizzare celle fotovoltaiche ottimizzate per l’utilizzo indoor, che in futuro potrebbero aiutare a riciclare la luce con cui illuminiamo le nostre case per alimentare sensori e altri piccoli dispositivi domestici.
In pratica potremo riciclare l’energia prodotta dalle lampadine di casa, a loro volta a basso consumo, per illuminare piccoli apparecchi, come ad esempio le piccole lampadine dell’albero di Natale, la cui luce a sua volta potrebbe essere riciclata…
Ci è venuto il mal di testa.
Venite In Galera
Si chiama proprio così: In Galera, il ristorante del carcere di Bollate, gestito dai detenuti.
Si pranza con 12 euro su tovagliette di carta dove sono rappresentate le carceri più famose del mondo, la sera invece si cena solo su prenotazione – con settimane di anticipo – e si ordina à la carte.
“Ogni giorno cento persone entrano in carcere per venire a mangiare, ed è la prima volta che invitiamo il mondo a venire dentro”. Ha dichiarato Silvia Polleri, l’ideatrice del progetto.
Straordinaria la zuppa dell’evaso.
(Fonte: Corriere.it)
Solo un tornado
Canada. Sta facendo il giro del mondo l’immagine di questo signore che sta tagliando l’erba del prato in tutta tranquillità mentre alle sue spalle si sta pericolosamente avvicinando un tornado.
La foto è stata scattata dalla moglie che lo stava invitando a rientrare e alla quale lui ha risposto un composto “No”. Un tornado sembra non essere una buona scusa per lasciare il prato di casa in disordine.
(Fonte: Repubblica)
Tutta l’acqua del mondo
Si tratta di un’immagine che mostra il pianeta Terra con una grande goccia che rappresenta tutta l’acqua del globo. Non è poi molta, occupa solo la metà degli Stati Uniti. La pallina più piccola rappresenta l’acqua dolce e ammonta a circa il 2,5% di tutta l’acqua del pianeta, quella ancora più piccola l’acqua dolce nei laghi e nei fiumi e ha un diametro di 56 chilometri ed è anche quella che si contende l’umanità.
L’immagine è stata creata da USGS e Qui potete vedere tutto lo studio.
(Fonte: Zeusnews)
Caccia al tesoro dei libri
Il bookcrossing si evolve e diventa un gioco. E’ l’iniziativa del Rotary Club di Milano. Ogni volta che si “libera” un libro, sulla pagina Facebook del progetto si può postare una foto di dove è stato lasciato e così dare la possibilità a chi lo desidera di andare a cercare il volume.
I “Libri in Libertà” sono contraddisti da un adesivo che recita: Prendilo, leggilo, condividilo e liberalo.
Insieme a imparalo, capiscilo e raccontalo fanno i sette nani della cultura.
(Fonte: Ansa.it)
Non morire, mancano i loculi
Questo il testo di un manifesto apparso a Lumellogno, nel novarese, e fatto affiggere da Carlo Migliavacca, ex presidente di quartiere, che da tre anni protesta perché nel cimitero del paese non c’è più posto.
Il manifesto è firmato da Dio, tocca obbedire.
Consumo di cannabis in Italia
L'Osservatorio europeo delle droghe ha pubblicato i dati relativi alle tossicodipendenze nel rapporto annuale, relativo al 2015. Siamo secondi in Europa per consumo di cannabis tra i giovani tra i 15 e i 34 anni, ci battono solo i francesi.
Nel 2015 in Italia il tasso di mortalità indotta dalla droga tra gli adulti di età compresa tra i 15-64 anni è di 7,8 morti per milione. Un dato nettamente inferiore alla media europea di 20,3 morti per milione.
Secondo lo stesso rapporto, sono circa 87,7 milioni gli adulti europei che almeno una volta nella loro vita hanno provato la cannabis e i suoi derivati. Allo stesso tempo, un europeo su cento consuma cannabis quotidianamente o quasi.
(Fonte: Ansa.it)
Incoraggiare gli studenti
Ci ha pensato Nathalie Lemay, insegnante canadese, che il giorno prima di un esame ministeriale ha fatto trovare ai suoi studenti una scritta sul banco. A ognuno un incoraggiamento personalizzato per confortare i ragazzi tra i 14 e i 15 anni delle sue classi, scritto con la penna cancellabile: "Guillaume, non fare troppo. Seleziona. Sei eccellente, so già che andrai bene. Buona fortuna" è una di queste, oppure "Sei bravo Samuelle, prenditi i tuoi tempi, leggi due volte le domande. Andrai bene, resta calmo, respira. Buona fortuna”
(Fonte: Repubblica.it)
Non staccare la spina…
Il guasto informatico che ha causato la cancellazione di centinaia di voli di British Airways alla fine di maggio, lasciando bloccati almeno 75mila passeggeri, è stato causato da un tecnico che ha scollegato per sbaglio un alimentatore di corrente elettrica da un centro dati di British Airways nei pressi dell’aeroporto di Heathrow, poco distante da Londra.
100 milioni di euro di danni per una spina, non male, non male.
(Fonte: Post.it)
Luna rosa
Domani 9 giugno potremo vedere il plenilunio di giugno e la notte della luna rosa. Non che il nostro satellite sarà di quel colore ma potrebbe avere un delicato alone rosato. Viene chiamata così nella tradizione degli indiani d’America dove viene anche chiamata “Strawberry Moon” perché è in questo periodo che si raccolgono le fragole.
Ogni tanto anche Cacao si dedica alla poesia, rosa, ovviamente.
(Fonte: Greenme)
Siamo molto antichi
Ritrovato in Marocco resti di homo sapiens risalenti a 300mila anni fa. Questo porta indietro la nascita della nostra specie di almeno 100mila anni.
Alla scoperta la rivista Nature ha dedicato ampio spazio nell’ultimo numero. Secondo la teoria classica, la nostra specie sarebbe nata in Africa orientale intorno a 200mila anni fa. Da lì i Sapiens si sarebbero diffusi nel resto del continente, poi in Europa fra 45 e 40mila anni fa, e infine nel resto del mondo.
E invece siamo 100mila anni più vecchi… tenetevi da conto.
(Fonte: Repubblica)
L’orsetto con la tosse
Per scoraggiare i fumatori dall’avvicinarsi con la sigaretta accesa ai bambini, la farmaceutica Roche insieme a Trudi ha prodotto l’orsetto Ector. Se qualcuno si avvicina al peluche fumando questi inizia a tossire.
Come farti sentire in colpa in un nanosecondo.
VIDEO
Trump profugo di guerra
E’ la provocazione dell’artista siriano Abdalla Al Omari che ha allestito a Dubai la mostra “The Vulnerabity Series” dove ha ritratto i potenti della terra come se fossero dei profughi di guerra.
Ed ecco che si può vedere il presidente americano nelle vesti di un vagabondo senza fissa dimora che esibisce la foto della sua famiglia scomparsa, mentre in un’altra immagine compare il leader della Corea del Nord trasformato in una sorta di monello che nasconde dietro di sé un missile giocattolo.
L’effetto è un po’inquietante.
(Fonte: Lifegate.it)
Non sedetevi a gambe larghe
Si chiama “manspreading” ed è l’abitudine di alcuni maschi di sedersi a gambe larghe sui mezzi pubblici invadendo così lo spazio dei sedili adiacenti. Dopo la protesta e la petizione on line di un gruppo di femministe, sui mezzi di traporto di Madrid bisognerà viaggiare a gambe chiuse. Lo raccomanda Emt, il servizio pubblico della capitale spagnola.
La questione ha scatenato anche l’ironia del web, qualcuno avrebbe detto che i maschi stanno seduti in quel modo per via di alcune “protuberanze”, immediata la risposta di una ragazza che ha affermato: "Anche noi abbiamo una protuberanza nel corpo, la chiamiamo tette. Ma non per questo andiamo in giro tutto il giorno con le braccia aperte"
Dal 12 al 16 luglio 2017 torna EcoFuturo, il Festival delle EcoTecnologie e dell’Autocostruzione!
Questa quarta edizione si terrà a Padova, nella splendida struttura del Parco Fenice, che è un vero e proprio tuffo nel futuro.
Di seguito la prima bozza del programma. L’edizione di quest’anno è dedicata, in particolare, alla terra:

ECO & EQUO
Le ecotecnologie e la promessa della Terra

Questi sono i temi che svilupperemo nelle diverse giornate:
MERCOLEDÌ 12 LUGLIO
ore 10-13:
«LE QUATTRE POUR MILLE»: LA PROMESSA DELLA TERRA
ecoaratura, #Biogasfattobene e la vita del mondo di sotto

ore 14,30-17,30:
LE POTENZIALITÀ DEL RECUPERO ENERGETICO
energia elettrica bassobollente, geotermia, cicli binari, scambiatori in pozzo

GIOVEDÌ 13 LUGLIO
ore 10-13:
LA RIGENERAZIONE URBANA
LED e salute, riduzione dei rifiuti, i rifiuti e il biometano, verde compensativo e orti urbani bioattivi, postazioni di ricarica

ore 14,30-17,30:
LE BONIFICHE POSSIBILI
l’era dell’ecodragaggio per bonifiche portuali, fluviali e terrestri; bioremediation per l’inertizzazione e detossificazione di sedimenti contaminati; il fitorisanamento: ruolo delle piante nelle bonifiche

VENERDÌ 14 LUGLIO
ore 10-13:
LA CASA ECOSICURA, CON IL LEGNO E NON SOLO
foreste rinnovabili, cappotti e infissi termici, LED, cucine a induzione, risparmio e inquinamento indoor

ore 14,30-17,30:
LIBERAENERGIA E LIBEROFUTURO
gli storage, i sistemi di distribuzione chiusi, fotovoltaico leggero e mobile, biometano e geotermia per la rete 100% rinnovabile, incontro firmatari petizione Change.org

SABATO 15 LUGLIO
ore 10-13:
FUORI L’ITALIA DAL GASOLIO, FUORI IL GASOLIO DALL’ITALIA
il biometano per i motori diesel, dual-fuel per camion, autobus e navigazione

ore 14,30-17,30:
ECO & EQUO, ETICA DEL PRODOTTO ED ETICA D’IMPRESA
la via della seta etica, da dipendenti a collaboratori d’impresa; i racconti e le storie di chi non predica ma attua il cambiamento

DOMENICA 16 LUGLIO:
RADUNO VEICOLI ELETTRICI E MOBILITÀ ALTERNATIVA
elettromuoversi, alleanza elettrico-biometano, navigazione elettrica e fotovoltaica

Il programma dettagliato del Festival è in via di definizione e sarà disponibile fra pochi giorni sul sito del Festival.

Il sito ufficiale del Festival EcoFuturo
Il sito del Fenice Green Energy Park a Padova

VACANZE ESTIVE AD ALCATRAZ
L'alternativa genuina al villaggio organizzato!
Una vacanza naturalizzante arricchita da happening creativi multidisciplinari.
Ad Alcatraz... una vacanza in un altro mondo
CLICCA QUI
i corsi di alcatraz
9/11 giugno
LE DEE DENTRO LA DONNA - Gruppo di riflessione e crescita personale
img
16/18 giugno
CORSO "LE VOCI DELL'ANIMA" con Laura Pierantoni
img
16/18 giugno
IN CUCINA CON ANGELA LABELLARTE
img
16/18 giugno
CORSO TAI CHI SHIATSU STRUMENTI DEL BENESSERE con Angelo Airaghi
img
17/18 giugno
GIBBERISH FESTIVAL Una Giostra senza capo né coda
img
23/25 giugno
YOGA DEMENZIALE E MASSAGGIO THAILANDESE con Gisella Manganelli e Jacopo Fo
img
23/25 giugno
LABORATORI DEL BOSCO con Antonella Zanotti
img
30 giugno/2 luglio
WEEKEND "ESTATE E FOTOGRAFIA"
img
2/9 luglio
IN VACANZA GIOCHIAMO INSIEME: ARTE, FAVOLE E FANTASIA (per bimbi 3-7 anni)
img
7/9 luglio
LABORATORI DEL BOSCO con Antonella Zanotti
img
9/14 luglio
IN VACANZA GIOCHIAMO INSIEME: ALCATREK, TREKKING PER FAMIGLIE (bimbi 7-13 anni)
img
29/30 luglio
CORSO DI BASIC WATSU
img
29 luglio/5 agosto
VACANZE ESTIVE AD ALCATRAZ
img
5/12 agosto
IN VACANZA GIOCHIAMO INSIEME: GIOCHIAMO A SUONARE & NATURA, SCIENZA ED ECOLOGIA (bimbi 3-15 anni)
img
5/12 agosto
VACANZE ESTIVE AD ALCATRAZ
img
12/19 agosto
FERRAGOSTO AD ALCATRAZ con YOGA DEMENZIALE di Jacopo Fo
img
19/26 agosto
VACANZE ESTIVE AD ALCATRAZ
img
26 agosto/2 settembre
VACANZE ESTIVE AD ALCATRAZ
Clicca qui per il calendario completo dei corsi di Alcatraz Prenota allo 075.9229938/11 email: info@alcatraz.it
link consigliati
Aut. Trib. di Perugia n° 634
del 21/06/1982
Direttore responsabile:
Severino Cesari
Direttore: Jacopo Fo
Anno XI
energia arcobalenoenergia arcobalenoenergia arcobaleno
Facebook
Flickr
Myspace
Twitter
Non vuoi più ricevere questa newsletter?
Clicca qui per cancellare il tuo indirizzo email
Copyright © 2011 Cacao il Quotidiano delle buone Notizie
website -www.cacaonline.it