Non riesci a visualizzare correttamente la Newsletter?
Clicca qui per la versione online.
Flickr
Cacao - il quotidiano delle buone notizie comiche
nr. 19/2018
domenica 20 maggio
DI SIMONE CANOVA, JACOPO FO, GABRIELLA CANOVA E MARIA CRISTINA DALBOSCO
Su Commercioetico.it IL MAGGIO DEI LIBRI
Solo per oggi Isabella tre caravelle e un cacciaballe libro+dvd a 1€.
Il cacciaballe, naturalmente, è Cristoforo Colombo.
 Quel che serve oggi è più passione. Noi sappiamo produrla. Chi è capace di venderla?
Quel che serve oggi è più passione. Noi sappiamo produrla. Chi è capace di venderla?
Le coltellate ai professori, il disagio sociale, i suicidi, l’emarginazione, la crisi economica e politica…
La società è malata, la passione è l’unica cura possibile.
Negli ultimi decenni una frazione minoritaria della popolazione ha deciso di costruirsi una vita più appassionante e ha scoperto che è possibile riuscirci e addirittura trasmettere questa passione.
Quando dico che “NOI” siamo in grado di produrre passione e di trasmetterla mi riferisco al grande arcipelago di associazioni sportive, gruppi teatrali, pittorici, poetici, narrativi, musicali, relazionali, hobbistici, ghiottoni o genericamente culturali e solidali…
Una compagine che nel suo insieme è la grande esperienza italiana di resistenza all’avvilimento umano. Grande per risultati e per numero dei partecipanti: si mormora che siamo almeno un milione… Un milione di persone che hanno messo la qualità e il senso della vita al primo posto. Persone coraggiose che affrontano incredibili difficoltà ma ogni giorno continuano a provarci cercando di opporsi alla miseria, al degrado, all’alienazione alienazione, alla noia di vivere.

Oggi la società è ai ferri corti con sé stessa, i cittadini con la politica, le aziende con i consumatori, la civiltà con l’inciviltà, la cooperazione sociale con lo sfascismo.
Qualcuno inizia a rendersi conto che il danno sociale che deriva dalla mancanza di un senso positivo della vita inizia a presentare conti salati e che l’investimento in cultura e socialità non è più un lusso per intellettuali illuminati e ricchi ma un’esigenza sociale urgente. Conveniente anche dal puto di vista del bilancio del sistema Italia.
E lo iniziano a capire pure alcuni anche provvisti di mezzi economici immensi, una minoranza vivace all’interno di fondazioni, industrie, associazioni filantropiche, Unione Europea, regioni ecc.
La cultura e la passione sono cose che si mangiano, galvanizzano il Pil e riducono follia, criminalità e corruzione. E non lo dice il nipote scemo di Carlo Marx ma addirittura Visco, il capo di Banca Italia… Son cose che danno soddisfazione…
E sarebbe naturale che queste brave persone dotate di mezzi economici spaventosi si rivolgesse a NOI, che da decenni ci facciamo le ossa in questo settore, e ci dicesse: “Ragazze e ragazzi, visto che siete così bravi ad appassionarvi, ecco qui una valigia di dobloni, fateci delle belle cose che diffondano la passione e la gioia!”
E NOI potremmo trasformare in quattro e quattr’otto l’Italia in un luna park fantasmagorico, ecologico, a energia rinnovabile, che usa l’arte al posto del gasolio e diffonde solidarietà e cooperazione. Salveremo esistenze vuote, argineremmo crisi di mancanza di senso. Distribuiremmo salvagenti onirici a tutti! WOW!
(….!!!)
Ma nei fatti la domanda stenta a incontrare l’offerta.
Perché noi siamo fatti strani e quegli altri pure. Non siamo bravi a scrivere progetti in politichese, industrialese, europeese…
Non siamo bravi a creare sinergie tra noi, scambiarci visibilità, connetterci. E poi c’è la questione dei soldi. A noi fanno un po’ schifo, ce li puoi dare ma solo se lo vuoi veramente e noi li pigliamo con le pinze per non infettarci. E quando dobbiamo trattare coi manager delle grandi aziende e dipartimenti, pubblici e privati, sopra le camice a fiori e i jeans stracciati indossiamo tute pressurizzate di plastica per evitare che le loro cravatte ci contagino (la cravattite è mortale).
E poi, sia chiaro, che se vuoi lavorare con noi ti possiamo, forse, pagare pochissimo.
Per tutto questo stato di cose succede che non riusciamo a prendere i soldi che potremmo, non riusciamo a realizzare quel che vorremmo… Non ce la facciamo neanche a acchiappare i finanziamenti europei che nessuno vuole e che tornano all’Unione Europea che poi li dà ai tedeschi e ai portoghesi che successivamente ci sgrufolano dentro felici e benedicenti la stupidità italica.
Certo se la domanda di finanziamento la fai fare a Teodolindo, che è il tuo cugino, che suo padre era commercialista (ora fa la femme fatale a Parigi) allora forse puoi capire cosa non va…
Certo è inquietante pagare 100.000 euro a uno che è tanto sveglio e c’ha la cravatta talmente bella e parla l’europeese talmente bene che ti ha fatto prendere un milione di euro… Orrore!
Meglio non averli…
Beh questa è la situazione.
Noi siamo i meglio, i più cazzutissimi e passerizzatissimi del quartiere, potremmo costruire chissacché ma intanto non siamo neanche stati capaci di avere uno straccio di portale dove trovi l’indice dei blog della rete e un cavolo di calendario con gli eventi che NOI realizziamo ogni santo giorno che qualcuno lassù manda in terra.
Apriamo la discussione sul tema: “Perché la crema della crema dell’arte, della solidarietà, dell’ecologia e della cultura è così divisa, schizzinosa e spatoccata che riesce a realizzare solo un centesimo di quel che potrebbe?”
Avanti miei prodi: facciam funzionare le tastiere che con le parole non ci batte nessuno!
 Turismo spaziale: avremo uno spazioporto in Italia
Turismo spaziale: avremo uno spazioporto in Italia
Siamo pronti a popolare Marte?
Continua su People For Planet
Immagine Articolo
Musica maestro! Stand By Me (Video)
Una serie di performance musicali della nota canzone Stand By Me in regalo per le nostre orecchie da coinvolgenti artisti di strada di tutto il mondo.
Continua su People For Planet
Immagine Articolo
Economia Circolare: lavorazione del ferro di recupero (Video)
Viaggio alla scoperta del fab lab Rinoteca di Ancona. In questo video il riciclo e recupero (...)
Continua su People For Planet
i corsi di alcatraz
18/20 maggio
VOCE CREATIVA, per scoprire, potenziare, migliorare, imparare ad amare la propria voce
img
19/20 maggio
CORSO DI BASIC WATSU
Clicca qui per il calendario completo dei corsi di Alcatraz Prenota allo 075.9229938/11 email: info@alcatraz.it
link consigliati
Aut. Trib. di Perugia n° 634
del 21/06/1982
Direttore responsabile:
Severino Cesari
Direttore: Jacopo Fo
Anno XI
energia arcobalenoenergia arcobalenoenergia arcobaleno
Facebook
Flickr
Myspace
Twitter
Non vuoi più ricevere questa newsletter?
Clicca qui per cancellare il tuo indirizzo email
Copyright © 2011 Cacao il Quotidiano delle buone Notizie
website -www.cacaonline.it