Non riesci a visualizzare correttamente la Newsletter?
Clicca qui per la versione online.
Flickr
Cacao - il quotidiano delle buone notizie comiche
nr. 18/2017
domenica 28 maggio
DI SIMONE CANOVA, JACOPO FO, GABRIELLA CANOVA E MARIA CRISTINA DALBOSCO
Da Lo Zen e l'arte di Scopare a Guarire Ridendo, fino alle ultime pubblicazioni.
CLICCA QUI
 1-4 giugno 2017: CORSO DI YOGA DEMENZIALE con Jacopo Fo e lo staff di Alcatraz
1-4 giugno 2017: CORSO DI YOGA DEMENZIALE con Jacopo Fo e lo staff di Alcatraz
Tre giorni di vacanza dedicata al benessere, al relax, al divertimento e al buon cibo. Lezioni di Tai Chi per iniziare la giornata, passeggiate, laboratori di pittura libera, lezioni di Yoga Demenziale, watsu e rilassamento in piscina calda, musica, danze e giochi.
L'alternativa genuina al villaggio organizzato!
Ogni giorno sarà possibile partecipare alle attività proposte scegliendo in piena libertà!

Clicca qui per maggiori informazioni
 Il Teatro Fa bene raccontato da Jacopo Fo – Parte Quinta
Il Teatro Fa bene raccontato da Jacopo Fo – Parte Quinta
Chiudiamo con questa ultima parte la chiacchierata di Jacopo con gli studenti sul significato del Teatro (con divagazioni…)

Domanda:
Secondo te quanto può essere utile l’Università?
Jacopo: Nessuna utilità!

Domanda: Ok, le altre… e questa, la nostra? [Risate]
Jacopo: Vabbè, mi ha chiesto una cosa generale! Ti posso dire che quando faccio le selezioni di lavoro segno con un “due meno” chi arriva dicendo che è laureato, perché generalmente chi esce dall’università è bravo a giustificarsi con i professori… Chi lavora con me, se non ha fatto una cosa e si giustifica, con me ha chiuso. Perché io ho una morale calvinista, che è anche un po’ giapponese: quelli che si giustificano sono dei vigliacchi. Se arrivi in ritardo, di’: “Mi scuso per essere arrivato in ritardo”. Se mi spieghi perché, allora io ti rispondo che dovevi partire un’ora prima… Ti si è rotta la macchina? Ecchissenefrega!
Io lavoro “all’opposizione”, e per noi portare a termine il lavoro è difficilissimo, perché c’è la censura e tanto altro. E dunque lavoro solo con gente che se mi dice che quel certo lavoro sarà consegnato entro una certa data, o me lo consegna o è morta… Con molte persone con cui ero a scuola insieme quando avevo la vostra età, collaboro e lavoro ancora adesso. Per tutta la mia vita – ora ho 62 anni – ho selezionato solo gente che sa mantenere la propria parola. Il risultato è che oggi lavoriamo con la Rai, con Eni, eccetera, e riusciamo a lavorare in metà del tempo e per metà del prezzo, per cui riusciamo a vincere gare che nessun altro riesce a vincere. E questo è l’unico modo, pur essendo comunisti e rompicoglioni – e noi stiamo sulle balle anche ai comunisti, perché rompiamo i coglioni anche a loro, perché non siamo mai d’accordo con nessuno! – cioè garantiamo la qualità.
Il grande problema è la separazione tra l’apprendimento scolastico e il mondo del lavoro. Per questo vi dicevo prima che secondo me sarebbe geniale se voi usaste queste lezioni non ai fini delle interrogazioni ma per fare un oggetto che quando poi uscirete dall’Università avrà un valore: avere 20mila “amici”, supporter, che vi seguono su Facebook, 10mila su Instagram e 5mila su questo o su quello è un vero e proprio capitale. Se voi usate questi anni semplicemente per acquisire crediti … beh, per me buttate via il vostro tempo.
Quando studiavo io si andava a scuola con le spranghe… i professori non avevano nemmeno il coraggio di discutere con noi; nella mia scuola non c’erano i libretti delle assenze e presenze e nemmeno i registri. Per un anno non sono entrato in classe, ma sono stato promosso comunque perché abbiamo occupato la scuola. Stavo a scuola tutto il giorno, 8 ore, senza entrare in classe e assieme a un gruppo di altri studenti avevamo fatto un sacco di lavori, audiovisivi, serigrafie, ecc. Lavoravamo molto di più di quelli che studiavano, ma lavoravamo su cose che ci servivano. A partire da quel lavoro fatto a scuola, io poi ho scritto dei libri, e li ho anche venduti, e venduti bene! Per un periodo ho scritto 4-5 libri all’anno e ho potuto farlo perché ho “monetizzato” il lavoro precedente e ho fatto tesoro del metodo imparato allora, anche con i professori che avevano voglia di insegnarci a lavorare. E senza voti!
Capiamoci: io sono molto favorevole allo studio. Sono contrario a questo modo di studiare. Quello per cui voi cercate di prendere per il culo i professori e non vi accorgete che quelli presi per il culo siete voi… perché poi finite con il fare lavori di merda!
Vorrei che in questo tempo che vi ho dedicato almeno uno di voi si rendesse conto che lo stanno truffando e che ha davanti una prospettiva agghiacciante… trovarsi a 30 anni con un figlio e una famiglia da mantenere e un lavoro di merda, e … non puoi non andare a lavorare sennò il bimbo non mangia! Ragazzi, l’inferno è questo.
Andate in giro per la città: c’è davvero tantissima gente disperata … voi ora, invece, vivete un tempo in cui potete lavorare senza avere l’urgenza, perché comunque a casa qualcuno vi sta dando da mangiare (sennò sareste più magri di quello che siete!). Il fatto che non utilizziate le vostre 8 ore al giorno per fare qualcosa che vi serve per uscire dalla scuola con un lavoro in mano è disastroso. Ed è un disastro che, ahimè, fanno centinaia di migliaia di studenti. Ripeto: quelli della mia scuola che hanno fatto ciò che ho fatto io, quando sono usciti si sono ritrovati a fare chi il giornalista, chi il cantante, ecc… Ruggeri, sì, andava a scuola ma utilizzava il tempo per imparare a suonare e in quinta liceo faceva già concerti; Gad Lerner faceva già giornalismo; Andrea De Carlo scriveva già libri, e via di seguito. Se volete fare gli scrittori quando pensate di cominciare? Quando andate a lavorare in fabbrica o in ufficio?!?
Voi li vedete i vostri genitori quando tornano a casa dal lavoro la sera? Sono distrutti… Voi ora siete nell’età migliore: avete il tempo e avete la fantasia. E avete l’università che vi potrebbe aiutare. Sono convinto che qui potete trovare professori che vi supportano: approfittatene!
Domanda: Hai collaborato con i tuoi genitori alla stesura di molti testi. A quale sei più affezionato?
Jacopo: Il testo per me più emozionante è la storia dell’assedio di Alessandria; non posso raccontarlo ora perché è un po’ troppo lungo. E’ la prima storia che mio padre mi raccontò quando ero piccolo ed è l’ultimo romanzo che lui scrisse prima di morire. La sua famiglia, infatti, è di Alessandria e si tratta delle storie che il mio bisnonno raccontava a mio padre su come questi folli riuscirono a fregare l’esercito di Federico il Barbarossa. Quando mio padre a scuola sentì raccontare la versione ufficiale dell’assedio di Alessandria non ci credette perché non gli tornava con quanto gli aveva raccontato il nonno. Ed è così che ha iniziato le sue ricerche storiche. Se vi interessa, su internet – digitando Jacopo Fo assedio di Alessandria – trovate un mio lungo articolo in cui riassumo questa storia. Fra qualche tempo dovrebbe anche uscire il libro per la Giunti. Questa per me è emotivamente molto importante. Ma di storie come questa ve ne sono a centinaia.
Grazie della vostra attenzione, buona giornata a tutti!

Parte 1 - Parte 2 - Parte 3 - Parte 4Domanda: Hai collaborato con i tuoi genitori alla stesura di molti testi. A quale sei più affezionato?
Jacopo: Il testo per me più emozionante è la storia dell’assedio di Alessandria; non posso raccontarlo ora perché è un po’ troppo lungo. E’ la prima storia che mio padre mi raccontò quando ero piccolo ed è l’ultimo romanzo che lui scrisse prima di morire. La sua famiglia, infatti, è di Alessandria e si tratta delle storie che il mio bisnonno raccontava a mio padre su come questi folli riuscirono a fregare l’esercito di Federico il Barbarossa. Quando mio padre a scuola sentì raccontare la versione ufficiale dell’assedio di Alessandria non ci credette perché non gli tornava con quanto gli aveva raccontato il nonno. Ed è così che ha iniziato le sue ricerche storiche. Se vi interessa, su internet – digitando Jacopo Fo assedio di Alessandria – trovate un mio lungo articolo in cui riassumo questa storia. Fra qualche tempo dovrebbe anche uscire il libro per la Giunti. Questa per me è emotivamente molto importante. Ma di storie come questa ve ne sono a centinaia.
Grazie della vostra attenzione, buona giornata a tutti!

Parte 1 - Parte 2 - Parte 3 - Parte 4
Stop a bottiglie di plastica in Comune a Perugia
Grazie a un provvedimento proposto dal Movimento 5 Stelle e approvato pochi giorni fa, d’ora in poi durante le riunioni e conferenze della Giunta e del Consiglio comunale di Perugia non potrà più essere distribuita acqua minerale in bottiglia.
L’acqua dovrà essere del rubinetto e in brocca di vetro.
Nell'ordine del giorno anche il ripristino e l’incremento delle fontanelle pubbliche tradizionali nei vari quartieri della città e la predisposizione per le casette dell’acqua pubblica.
(Fonte: Perugiatoday.it)
Con un referendum la Svizzera dice addio al nucleare
Con una netta maggioranza, 58,2%, la consultazione popolare ha stabilito l’abbandono dell’energia nucleare entro il 2050.
Secondo il governo la manovra costerà 40 franchi (36,50 euro) a famiglia all’anno, un aggravio che dovrebbe essere compensato con programmi di efficienza energetica sia nel settore industriale che residenziale.
La prima centrale nucleare a fermare i battenti dovrebbe essere quella di Beznau, situata nel cantone settentrionale di Aargau e in funzione da 47 anni. Si tratta della più vecchia centrale nucleare del mondo.
(Fonte: Lifegate)
VIDEO
Ocio al Toro
La festa paesana di Font de la Figuera (!), una piccola cittadina vicino a Valencia prevede la tradizionale corsa con i tori. Un gruppo di ragazzi inseguiti dall’animale hanno pensato bene di rifugiarsi in casa ma si son dimenticati di chiudere la porta e così è entrato anche il toro.
Ha sfasciato un po’ di cose e poi è uscito ma ha detto che torna.
Trovato!
Lieto fine con il ritrovamento del suo cane per Andrea che aveva perso la bestiola alla stazione Grosseto. Andrea era andato in bagno e Rochi avrà pensato che fosse sceso e l’ha seguito, poi il treno è ripartito mandando in disperazione Andrea, pensionato di Lampedusa che ha fatto un appello sui social per il ritrovamento del suo amico peloso.
E così dopo una settimana e grazie a un benefattore che ha permesso ad Andrea di tornare a Grosseto, lui e Rochi si sono ritrovati.
Il Sistema Sanitario Italiano fra i migliori d’Europa e nel Mondo!
Secondo uno studio recentemente pubblicato su Lancet e condotto analizzando 195 paesi in tutto il mondo, è emerso che analizzando i tassi di mortalità per 32 malattie la qualità dell’assistenza sanitaria è migliorata.
Per determinarlo un gruppo di ricercatori ha riassunto i dati raccolti mediante un indice definito Heathcare Access and Quality Index (HAQ Index) che, con una scala da 0 a 100, indica il livello di assistenza sanitaria dei Paesi. Ebbene da quest’analisi è emerso che ben 167 Paesi su 195 ha registrato un miglioramento significativo dell’indice dal 1990 al 2015.
Secondo la classifica sul podio dei Paesi con il miglior sistema sanitario c’è l’Andorra, con 95 punti, l’Islanda (94) e la Svizzera (92 punti). A pari merito con 90 di HAQ Index si contendono la medaglia di legno: Svezia, Norvegia, Australia, Finlandia, Spagna e Paesi Bassi. Al quinto posto insieme al Lussemburgo e Giappone si trova l’Italia con ben 89 punti.
Nati i primi topolini spaziali
Sono nati i primi topolini figli di spermatozoi conservati per nove mesi sulla Stazione spaziale internazionale (Iss). Lo studio è dei ricercatori giapponesi dell'Università di Yamanashi e serve a sperimentare la fecondazione artificiale "extraterrestre" per popolare di persone e animali domestici le future colonie nello spazio. I nuovi nati sono in perfetta salute, non rispondono solo alla forza di gravità.
Non chiudete il Centro Universitario Teatrale di Perugia!
Su Change.org è partita una raccolta firme per bloccare la chiusura definitiva del CUT (Centro universitario teatrale) di Perugia, dove sono passati anche Dario Fo e Franca Rame, Luca Ronconi e molti altri e da cui sono nati attori di fama internazionale.
Clicca qui per firmare
Mi chiamo Poppins, Mary Poppins
Emma Davenport, 42 anni, britannica, baby-sitter da una vita, ha ufficialmente cambiato nome in Mary Poppins-Davenport. Ogni giorno si veste come la famosa tata cinematografica. Per chi l’assume sconto sullo spazzacamino.
(Fonte: TgCom)
Lego 100% rinnovabile
Grazie a un nuovo parco eolico marino inaugurato lo scorso anno nel Regno Unito (al largo di Liverpool) e di cui detiene il 25%, la Lego produce più energia da fonti rinnovabili di quella consumata non soltanto dalle strutture produttive, ma anche da uffici e negozi.
Così Lego raggiunge il 100% di rinnovabili con tre anni di anticipo rispetto al programmato 2020.
Per festeggiare l’evento Lego ha costruito una turbina eolica con i mattoncini.
(Fonte: Greenstyle.it)
Record di longevità per un impianto fotovoltaico: 35 anni e ancora funziona!
Nel maggio del 1982, 35 anni fa, sul tetto di quella che oggi è la Scuola universitaria della Svizzera italiana (SUPSI), a Canobbio, Canton Ticino, veniva installato un impianto fotovoltaico da 10 kilowatt. Fu il primo impianto solare d’Europa connesso alla rete elettrica.
“Da allora, - spiega SwissSolar - l’impianto è rimasto sempre in servizio senza interruzioni e ancora oggi funziona bene. Questa esperienza pratica ha un impatto significativo sull’economicità degli impianti fotovoltaici: l’investimento iniziale può essere ammortizzato su oltre 30 anni, e con bassi costi di manutenzione.”
La diminuzione della resa dei pannelli è di circa lo 0,5% annuo.
(Fonte: TicinoNews.ch)
VIDEO
Tateh Lehbib Breica e le sue case in bottiglie di plastica e sabbia
Nato e cresciuto nel campo profughi di Awserd, vicino a Tindouf, Algeria, Tateh Lehbib Breica ha vinto una borsa di studio e conseguito un master in Efficienza energetica grazie all’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR). Il suo progetto doveva essere la costruzione di un giardino panoramico riciclando bottiglie di plastica che vengono riempite di sabbia e utilizzate, impilate, per costruire i muri portanti (poi intonacati con acqua e terra). In corso d’opera però il giardino è diventata una casa, la casa di sua nonna.
Ad oggi, sempre grazie all’aiuto dell’UNHCR, le case in bottiglie di plastica realizzate da Breica sono 26.
Resistono meglio delle strutture in mattoni di terra cruda alle forti piogge, alle tempeste di sabbia e all’escursione termica tra giorno e notte (in certi periodi anche 45 gradi di differenza).
Internet LaserWan
Valerio Pagliarino, 17 anni, di Castelnuovo Calcea (Asti) ha vinto il secondo premio dell'Intel International Science and Engineering Fair, 50mila dollari, con un progetto di connessione a internet tramite raggi laser.
Scrive ZeusNews: “LaserWAN è una speciale tecnologia di comunicazione wireless ottica tramite laser che consente di utilizzare le linee elettriche aeree ad alta/media tensione per portare la connessione Internet ultra veloce anche nelle zone rurali più isolate, riducendo il "digital divide".
Una LaserWAN è costituta da una serie di ricetrasmettitori installati in cima ai tralicci degli elettrodotti. Questi dispositivi comunicano scambiandosi invisibili raggi laser attraverso l'aria seguendo uno schema a catena. La linea inizia in una grande città, di solito dotata di una rete a fibre ottiche.”
Per la spada laser bisogna aspettare ancora.
L’hanno fatto!
Gli operai della ditta incaricata di rifare la segnaletica stradale lungo la SP 17, in località Cartura, provincia di Padova, hanno scritto “STPO” invece del classico Stop.
Correggeranno con Photoshop. E poi impareranno l’itagliano.
(Fonte: Ilgazzettino)
Un lavoro rilassante
La clinica veterinaria Just Cats di Dublino cerca amanti dei gatti da impiegare nel proprio ambulatorio full-time. Il lavoro consiste in coccolare, pettinare, accarezzare i felini ricoverati in clinica.
Dublino, arrivo!

(Fonte: Repubblica)
L'auto si ribalta, pilota illeso
Rally Portogallo: Lo spettacolare incidente ha visto protagonista il pilota francese Quentin Gilbert. La sua auto si è ribaltata a causa dell'eccessiva velocità. Momenti di tensione, poi il pilota è uscito dalla cabina, miracolosamente illeso. “Wow!” ha dichiarato “Lo rifacciamo?” VIDEO
Social Zero, una settimana senza smartphone
E’ quanto hanno sperimentato due classi di un istituto superiore di Prato. L’iniziativa è del prof di economia aziendale Contento che ha sfidato gli studenti della seconda e della terza a vivere una settimana senza smartphone e soprattutto senza social.
Il momento più duro è stato il primo giorno ma poi gli studenti hanno scoperto un mondo al di fuori di Facebook e Instagram, tanto che una studentessa ha detto al prof “Se lo tenga pure il mio telefono”.
Forse ha scoperto quanto è divertente essere irrintracciabile.
(Fonte: Corriere.it)
Il cervello di Cartesio era strano
Un'equipe di ricercatori di anatomia medica forense ha compiuto una tomografia computerizzata (TC) 3D del cranio di Cartesio, conservato al Museo Nazionale di Storia Naturale di Parigi, scoprendo che il cervello aveva una gobba. Sull’asse delle x.
(Fonte: Focus)
i corsi di alcatraz
26/28 maggio
VOCE CREATIVA, per scoprire, potenziare, migliorare, imparare ad amare la propria voce
img
26/28 maggio
IN CUCINA CON ANGELA LABELLARTE
img
26/28 maggio
CORSO DI TAI CHI SHIATSU E STRUMENTI DEL BENESSERE con Angelo Airaghi
img
28 maggio
GIORNATA DI WATSU E TIRO CON L'ARCO
img
1/4 giugno
CORSO DI YOGA DEMENZIALE con Jacopo Fo e lo staff di Alcatraz
img
2/3 giugno
CORSO DI BASIC WATSU
img
2/4 giugno
METTIAMOCI IN GIOCO con Franco Prestipino e Doriana Silvestri
img
9/11 giugno
LE DEE DENTRO LA DONNA - Gruppo di riflessione e crescita personale
img
16/18 giugno
CORSO "LE VOCI DELL'ANIMA" con Laura Pierantoni
img
16/18 giugno
IN CUCINA CON ANGELA LABELLARTE
img
16/18 giugno
CORSO TAI CHI SHIATSU STRUMENTI DEL BENESSERE con Angelo Airaghi
img
17/18 giugno
GIBBERISH FESTIVAL Una Giostra senza capo né coda
img
23/25 giugno
YOGA DEMENZIALE E MASSAGGIO THAILANDESE con Gisella Manganelli e Jacopo Fo
img
23/25 giugno
LABORATORI DEL BOSCO con Antonella Zanotti
img
30 giugno/2 luglio
WEEKEND "ESTATE E FOTOGRAFIA"
img
2/9 luglio
IN VACANZA GIOCHIAMO INSIEME: ARTE, FAVOLE E FANTASIA (per bimbi 3-7 anni)
img
7/9 luglio
LABORATORI DEL BOSCO con Antonella Zanotti
img
9/14 luglio
IN VACANZA GIOCHIAMO INSIEME: ALCATREK, TREKKING PER FAMIGLIE (bimbi 7-13 anni)
img
29/30 luglio
CORSO DI BASIC WATSU
img
29 luglio/5 agosto
VACANZE ESTIVE AD ALCATRAZ
img
5/12 agosto
IN VACANZA GIOCHIAMO INSIEME: GIOCHIAMO A SUONARE & NATURA, SCIENZA ED ECOLOGIA (bimbi 3-15 anni)
img
5/12 agosto
VACANZE ESTIVE AD ALCATRAZ
img
12/19 agosto
FERRAGOSTO AD ALCATRAZ con YOGA DEMENZIALE di Jacopo Fo
img
19/26 agosto
VACANZE ESTIVE AD ALCATRAZ
img
26 agosto/2 settembre
VACANZE ESTIVE AD ALCATRAZ
Clicca qui per il calendario completo dei corsi di Alcatraz Prenota allo 075.9229938/11 email: info@alcatraz.it
link consigliati
Aut. Trib. di Perugia n° 634
del 21/06/1982
Direttore responsabile:
Severino Cesari
Direttore: Jacopo Fo
Anno XI
energia arcobalenoenergia arcobalenoenergia arcobaleno
Facebook
Flickr
Myspace
Twitter
Non vuoi più ricevere questa newsletter?
Clicca qui per cancellare il tuo indirizzo email
Copyright © 2011 Cacao il Quotidiano delle buone Notizie
website -www.cacaonline.it