Non riesci a visualizzare correttamente la Newsletter?
Clicca qui per la versione online.
Flickr
Cacao - il quotidiano delle buone notizie comiche
nr. 17/2017
domenica 21 maggio
DI SIMONE CANOVA, JACOPO FO, GABRIELLA CANOVA E MARIA CRISTINA DALBOSCO
Hai già deciso a chi devolvere il 5x1000 della tua dichiarazione dei redditi?
Puoi sostenere il Nuovo Comitato Il Nobel per i disabili Onlus, fondato da Franca Rame, Dario Fo e Jacopo Fo per aiutare le persone portatrici di disabilità mentali o fisiche: è sufficiente segnare il codice fiscale 92014460544 e mettere una firma nell'apposita sezione (Scelta per la destinazione del cinque per mille dell'IRPEF). Nessun costo per il contribuente, il 5x1000 non è un’imposta aggiuntiva e non si somma all’ammontare dell’IRPEF.
I fondi raccolti saranno utilizzati per le campagne a sostegno dei disabili, per organizzare corsi di formazione al lavoro, per l'acquisto di ausili, per aiutare la ricerca... e tanto altro.
Grazie!!!
Per maggiori informazioni
 Il Teatro Fa bene raccontato da Jacopo Fo – Parte Quarta
Il Teatro Fa bene raccontato da Jacopo Fo – Parte Quarta
La chiacchierata di Jacopo con gli studenti sul significato del Teatro continua…

Domanda:
Qualche anno fa frequentavo un’Accademia di teatro che poi ho lasciato perché non pensavo mi desse tutti i contenuti di cui avevo bisogno. Un giorno un professore molto giovane ci spiegò cos’era il gramelot  e poi passò tra gli studenti chiedendo loro di fare un esercizio. Per esempio, chiedeva di far vedere al pubblico una sedia con un gesto e una parola inventata. E così via, uno studente face una sedia, un altro un orologio, ecc. Arrivato da me mi chiede di fargli un sushi. Ora, io non avevo mai mangiato sushi e non sapevo nemmeno com’era fatto.
La mia domanda è: lei come lo farebbe il sushi? (risate e applausi)
Jacopo: Innanzitutto: se riprendessi questo racconto con una cinepresa e la mettessi su you tube, secondo me qualcuno ti guarda perché è molto divertente.
Ciò detto, la domanda è mal posta. Il gramelot è un finto linguaggio che veniva usato nel Medioevo dagli attori che non volevano essere decapitati per quello che dicevano quindi sostituivano le parole vere con una serie di suoni più o meno onomatopeici quando dovevano dire, per esempio, che il re era un pezzo di merda.
Se l’avessero detto in modo chiaro sarebbero finiti male, se usano suoni e gesti la passavano liscia: i censori non avrebbero potuto accusarli di niente, erano solo stati suoni inarticolati.
Quindi, il tuo insegnante non aveva capito cosa fosse il gramelot. Il gramelot è un gioco che mio padre e altri attori hanno sviluppato…
Che poi… mio padre non sapeva l’inglese e non era mai riuscito a impararlo e amava tantissimo il jazz e cantava con i suoi amici i brani jazz americani e si inventava le parole.
In seguito compose una canzone che diventò famosa e si intitolava: Il Pianto dei Piantatori di Piante. E la presentò alla radio spacciandola per una canzone americana e che i piantatori di piante piangevano in quel modo. Una stronzata epocale che fece ridere un sacco di gente.
In seguito utilizzò lo stesso linguaggio in Mistero Buffo e in gramelot fece i brani che, secondo il suo punto di vista, erano quelli che al tempo erano i più pericolosi.
Dietro il gramelot c’è anche un grande trucco teatrale: si fanno una serie di versi e di suoni da scimmione che sono vietati nella nostra consuetudine e la gente ride anche perché è liberatorio.
Quello che tu hai raccontato è interessante perché è la dimostrazione empirica che il tentativo di codificare quello che non è codificabile porta a dei discorsi che non hanno senso.
Domanda: Una delle critiche portate al teatro di Dario Fo e Franca Rame è che non sia arte o espressione poetica ma sia in realtà espressione politica di chi fa militanza, risultato di un “urgenza” comunicativa dei protagonisti… Come se si potesse portare a una separatezza tra ciò che è veramente teatro, poesia, letteratura, che risponde a determinati canoni nei testi e nei luoghi deputati alla loro rappresentazione, e tutto il resto, ciò che invece rimane escluso dall’orizzonte del “dicibile”
Jacopo: Questo è un problema centrale. Le persone asservite al potere si arrampicano sui vetri per poter affermare che certe espressioni non sono “arte”.
Guardiamo a Dante: La Divina Commedia, con il suo escamotage di Inferno, Purgatorio e Paradiso, è una satira politica, e Dante era una persona impegnata politicamente. Noi oggi leggiamo I Viaggi di Gulliver come fosse un libro per bambini, si tratta invece di un libro di battaglia politica. L’arte di serie A può assolutamente comprendere l’impegno politico … ricordiamo, tra i tanti, Tolstòj, Picasso… Sì, poi c’è anche Salvador Dalì, che si vende a Franco per avere in regalo il castello! Ma i venduti e i traditori sono sempre esistiti, e anche Dalì inizialmente fu un artista di rottura.
Ritengo che alla fine sia più una questione di lana caprina. Se andiamo a vedere chi resta nella memoria nei secoli, troviamo soprattutto persone che hanno rotto con i canoni estetici del loro tempo perché erano incazzati per motivi politici.
Di Leonardo Da Vinci non ci raccontano che l’unico dipinto andato distrutto perché prese fuoco – la Battaglia di Anghiari – era in realtà una satira. Secondo Macchiavelli in questa battaglia si scontrarono due eserciti, uno di Pisa e uno di Firenze, di 8mila uomini ciascuno, ma erano tutti mercenari svizzeri, da una parte svizzeri tedeschi e dall’altra svizzeri francesi. E, racconta appunto Macchiavelli, costoro combattono dall’alba al tramonto, con i due gruppi di generali che osservano dalla cima delle colline, e… c’è un solo morto! Un soldato che cade da cavallo… Leonardo dipinge questa storia in un momento politico particolare: nei bozzetti più antichi si vede un gruppo di vecchi sdentati che gioca a bandiera e non ci sono armi. Nelle versioni successive vengono aggiunte delle spade, i feriti, ecc. Abbiamo anche la testimonianza di Michelangelo, che sempre nel periodo di Firenze città libera dipinse la Battaglia delle Mutande, dove dipinge un gruppo di giovani nerboruti dell’esercito fiorentino che, visto il gran caldo, se ne stanno nell’acqua mezzi nudi. Sono due satire sulla guerra!
La stessa Cappella Sistina di Michelangelo venne considerata da alcuni, al tempo della sua esecuzione, un attacco frontale al potere.
In definitiva i grandi artisti della nostra storia avevano interessi culturali, sociali ed estetici: che oggi un critico teatrale ignorante ci venga a dire che quella certa espressione non è teatro perché vi è dentro della politica … beh, lo considero un analfabeta, non vale neppure la pena rispondere.
Sesso, il punto G è vivo e lotta insieme a noi. Per trovarlo basta fare ginnastica
Tempo fa scrissi un post a proposito del Punto G che raccolse le critiche del dottor Puppo, blogger de ilfattoquotidiano.it.
Peraltro da più parti arriva una campagna di demolizione verso questo aspetto dell’anatomia femminile. Si ha notizia di un’assemblea di mille donne che avrebbero sostenuto all’unanimità l’inesistenza di questo tempio del piacere femmineo.
Stamattina ho telefonato al professor Jannini, esimio ricercatore nonché primo a fotografare l’area in questione dimostrando la sua esistenza.
Gli ho detto: “Emanuele, ma il Punto G esiste ancora o l’avete perso?”.
Ho tirato un sospiro di sollievo quando mi ha confermato che è ancora lì: “Ma mi si dice che avete ritrattato!”, gli ho detto.
E lui: “Ma per niente!” e mi ha spiegato che un coacervo di ricercatrici e ricercatori ha soltanto deciso di non utilizzare più la definizione di “punto G”, in quanto hanno verificato che questo nome induce alcuni a un’idea fuorviante: “Molti si aspettano di trovare un pulsante da schiacciare”.
Si parla quindi di “area” più che di “punto”. Ma la sostanza resta immutata.
E allora, dirà qualcuno, com’è che addirittura mille donne hanno dichiarato di non averlo trovato? (...)

CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO
Air Serbia: primo volo con equipaggio tutto femminile
Per la prima volta nella storia dell'aviazione civile serba un volo Air Serbia diretto a Parigi è decollato dal Belgrado con due donne nella cabina di pilotaggio, il capitano Vesna Aleksic e il copilota Mirjana Stoijlkovic, e 4 assistenti di volo per l’equipaggio.
Il primato mondiale di un volo tutto femminile era già andato a marzo 2017 alla Air India sulla tratta Delhi-San Francisco.
(Fonte: TgCom)
Meno pollo, più grilli
Secondo una ricerca condotta dall'Università di Copenaghen e pubblicata sul Journal of Cleaner Production mangiare grilli è più sostenibile che mangiare pollo. Lo studio ha confrontato 15 diversi parametri ambientali dell’allevamento dei polli e dei grilli.
Spiega Afton Halloran, autore dello studio: “Gli insetti in molti casi possono essere paragonabili a carne e pesce per valori nutrizionali. Il fatto di aver mostrato che possono essere prodotti in modo più sostenibile significa che hanno un enorme potenziale per ridurre l'impatto ambientale della produzione alimentare”.
Chissà come sono saltati in padella…
(Fonte: Ansa)
La Spal torna in Serie A!
Vi ricordate la Spal, la squadra di calcio ferrarese? Fondata nel 1907, famosa negli anni ‘60 e ‘70, fallita due volte, nel 2005 e nel 2012, è tornata in serie A! Dopo 49 anni di assenza!!!
Bravi, ora aspettiamo il ritorno della Triestina!!!
La luna è una lampadina
E’ una bellissima canzone di Dario Fo ed Enzo Jannacci ma è anche una mostra fotografica che si tiene a Milano, alla Casa dell’Energia e dell’Ambiente in Piazza Po dal 12 al 26 maggio.
Nella mostra foto e disegni inediti degli artisti degli anni ’50 e ’60: Enzo Jannacci, Dario fo e Franca Rame, Adriano Celentano e tanti altri.
Solidarietà
Una nostra amica di Facebook, Marcella, ieri ha pubblicato questa storia nella sua bacheca.
“Questa mattina sono andata a fare la spesa, scarico il carrello alla cassa, (una miriade di pacchetti)... Il solito omino dello Sri Lanka che si prende l'euro che metto nel carrello e che mi aiuta ogni volta anche a imbustare era lì che trafficava, io apro il portafoglio e mi rendo conto di non averlo... disperata chiedo di mettermi da parte la merce che torno subito, la commessa mi dice che non può, qualcuno rimetterà a posto ogni cosa... a quel punto l'omino dello Sri Lanka esordisce e dice che lui fino a 60 euro me li può dare e che quando torno glieli restituirò ... paghiamo e faccio salire l'omino con me in macchina, lo porto a casa e gli restituisco i soldi con una lauta mancia... e poi lo riporto al lavoro”.
Bonus a chi si trasferisce a Bormida e casali gratis
Bormida, in Liguria, è uno dei 1650 borghi che rischia di scomparire. Il sindaco Daniele Galliano ha allora deciso di offrire incentivi fino a 2000 euro a chiunque decida di trasferirsi per ripopolare il paese.
E se volete darvi al turismo l’Agenzia del Demanio mette a disposizione 103 edifici abbandonati in luoghi storico-religiosi agli under 40 per farne strutture turistiche.
 Il progetto si chiama “Cammini e Percorsi” e si tratta di ostelli, locande, masserie, case cantoniere in disuso, ma anche piccole stazioni, ex edifici scolastici, torri, monasteri e antichi castelli.
Il bando è aperto dal 9 maggio al 26 giugno 2017, affrettatevi!
Scatola per la pizza firmata Apple
La useranno nella caffetteria dell’Apple Park, il campus realizzato a Cupertino, in California dove si stanno trasferendo i dipendenti dell’azienda. Il brevetto, depositato alcuni anni fa, è un contenitore circolare con dei fori sul coperchio per consentire al vapore di uscire mantenendo la crosta della pizza croccante.
Costo al pubblico 1.255 dollari.
(Fonte: Il Post)
Situationship
Vivete un rapporto d’amore né carne né pesce? State insieme ma non avete ancora fatto progetti per il futuro e comunque non avete parlato con il partner di fedeltà, convivenza e quant’altro?
Ok, allora vivete un rapporto di situationship, o almeno così lo ha definito la giornalista Carina Hsieh, su Cosmopolitan, per indicare il caso in cui non ci si trova in una relazione, ma al tempo stesso non si sta semplicemente uscendo con qualcuno.
Qualcosa di più di “trombamici” e qualcosa di meno di “morosi”.
Una gran fatica, insomma.
(Fonte: Repubblica)
I Cugini di Campagna contro Lady Gaga
I Cugini di Campagna sono indignati: Lady Gaga copia i loro look. E sulla pagina Facebook del gruppo potete vedere le foto che provano il plagio dei costumi di scena, scarpe comprese.
Cosa non si farebbe per un po’ di notorietà… ci riferiamo a Lady Gaga, ovviamente

(Fonte: Repubblica.it)
Como, the electric lake
Da fine maggio le auto elettriche potranno fare il giro del lago di Como senza temere di rimanere “a secco”. Verranno installate 17 colonnine Tesla per la ricarica dei veicoli e motoveicoli.
Il progetto è stato ideato da Grandi Giardini Italiani con la collaborazione di 27 tra Comuni, proprietari di alberghi e enti culturali del territorio. Nella maggior parte dei casi, la ricarica per gli utenti sarà gratuita. Maggiori info qui.
Il satellite più piccolo del mondo
Rifath Shaarook, 18 anni, indiano, ha progettato e realizzato il prototipo di un satellite grande quanto una pallina da golf e del peso di soli 64 grammi.
Viene stampato in 3D in fibra di carbonio e costa circa 1.000 euro. “Lo abbiamo progettato da zero. – racconta lo studente - Ha un nuovo tipo di computer a bordo e otto sensori integrati per le misurazioni”.
Al progetto si è interessata la Nasa (Shaarook è stato selezionato tra 86mila progetti da tutto il mondo) che lancerà il micro satellite nel mese di giugno.
VIDEO
Piccolo errore di comunicazione
Domenica 28 maggio il Comitato Locale di Stradella della Croce Rossa Italiana organizza un “Aperitivo con la droga”, almeno così è scritto nella locandina dell’evento.
Ovviamente si tratta di un incontro per parlare di dipendenze ma senz’altro il messaggio fa pensare a tutt’altro. Infatti i commenti sulla pagina Facebook sono esilaranti.
Se volete farvi quattro risate sono qui
La Croce Rosa si affanna a spiegare ma non c’è verso...
Niente di meglio di un maltese (vivo)
Nel suo Gargantua e Pantagruel Rabelais si chiedeva quale fosse lo strumento migliore per pulirsi il sedere e dopo mille ipotesi pare che niente fosse meglio di un tenero anatroccolo. La deve aver pensata nello stesso modo chi ha postato su Instagram un video in cui si vede un ragazzo pulire una Maserati MC12 con un cucciolo di maltese.
D’altra parte la macchina costa 1,5 milioni di dollari, che vuoi usare?
(Il cucciolo si è divertito molto)
Il villaggio Arcobaleno
Una vera e propria metamorfosi quella del villaggio di Kampung Pelangi, al centro dell’Indonesia.
Si tratta di un borgo di 232 case che grazie a un piccolo investimento governativo è passato da una baraccopoli anonima ad essere un villaggio coloratissimo e ambita meta turistica. Un mese di lavoro e tantissimi barattoli di colore, poco più di 20mila euro e voilà, l’Arcobaleno è servito.

(Fonte Huffingtonpost)
Coabitazioni solidali
Sono già 480 le persone coinvolte in Toscana e ora il progetto “Abitare Solidale” di Auser sta iniziando a prendere forma anche a Bologna.
“Si tratta di mettere insieme persone a rischio marginalità sociale attraverso un patto abitativo che al posto del contratto d’affitto prevede uno scambio di aiuto” affermano all’Auser-Abitare solidale” di Firenze.
Più semplicemente, a Bologna una signora vedova e senza figli, ottant’anni ma ancora in gamba che vive in un grande appartamento in centro ha aperto la porta di casa a una ragazza con un figlio piccolo che aveva bisogno di un posto dove stare dopo essersi separata da un compagno violento.
La signora aiuta la ragazza tenendole il bambino mentre è al lavoro in cambio di compagnia e aiuto.
(Fonte: Greenme)
26-28 maggio: VOCE CREATIVA, per scoprire, potenziare, migliorare, imparare ad amare la propria voce
Con Claudia Fofi, “Ostetrica della Voce”
Questo corso, le cui linee guida sono tecniche e approcci integrati di diverse metodologie di espressione della voce naturale, con prevalenza dell'approccio Roy Hart, di cui Claudia Fofi è esperta, contiene molto lavoro di gruppo e momenti di esplorazione individuale, lavoro profondo su corpo e respiro, massaggio, meditazione, canto in coro. Tantissima allegria, divertimento, gioco teatrale, invenzione, libertà totale di esprimere le emozioni dando loro voce. E anche profondità, poesia, senso di accoglienza di tutte le voci.
Adatto a chi canta già e vuole trovare una voce più ricca e piena, ma anche a chi si è sempre sentito “stonato”, a chi usa la voce per motivi professionali, e in generale a chi vuole approfondire le sottili connessioni tra voce, corpo, psiche, essere umano.

Per maggiori informazioni
i corsi di alcatraz
26/28 maggio
VOCE CREATIVA, per scoprire, potenziare, migliorare, imparare ad amare la propria voce
img
26/28 maggio
IN CUCINA CON ANGELA LABELLARTE
img
26/28 maggio
CORSO DI TAI CHI SHIATSU E STRUMENTI DEL BENESSERE con Angelo Airaghi
img
28 maggio
GIORNATA DI WATSU E TIRO CON L'ARCO
img
1/4 giugno
CORSO DI YOGA DEMENZIALE con Jacopo Fo e lo staff di Alcatraz
img
2/3 giugno
CORSO DI BASIC WATSU
img
2/4 giugno
METTIAMOCI IN GIOCO con Franco Prestipino e Doriana Silvestri
img
9/11 giugno
LE DEE DENTRO LA DONNA - Gruppo di riflessione e crescita personale
img
16/18 giugno
CORSO "LE VOCI DELL'ANIMA" con Laura Pierantoni
img
16/18 giugno
IN CUCINA CON ANGELA LABELLARTE
img
16/18 giugno
CORSO TAI CHI SHIATSU STRUMENTI DEL BENESSERE con Angelo Airaghi
img
17/18 giugno
GIBBERISH FESTIVAL Una Giostra senza capo né coda
img
23/25 giugno
YOGA DEMENZIALE E MASSAGGIO THAILANDESE con Gisella Manganelli e Jacopo Fo
img
23/25 giugno
LABORATORI DEL BOSCO con Antonella Zanotti
img
30 giugno/2 luglio
WEEKEND "ESTATE E FOTOGRAFIA"
img
2/9 luglio
IN VACANZA GIOCHIAMO INSIEME: ARTE, FAVOLE E FANTASIA (per bimbi 3-7 anni)
img
7/9 luglio
LABORATORI DEL BOSCO con Antonella Zanotti
img
9/14 luglio
IN VACANZA GIOCHIAMO INSIEME: ALCATREK, TREKKING PER FAMIGLIE (bimbi 7-13 anni)
img
29/30 luglio
CORSO DI BASIC WATSU
img
29 luglio/5 agosto
VACANZE ESTIVE AD ALCATRAZ
img
5/12 agosto
IN VACANZA GIOCHIAMO INSIEME: GIOCHIAMO A SUONARE & NATURA, SCIENZA ED ECOLOGIA (bimbi 3-15 anni)
img
5/12 agosto
VACANZE ESTIVE AD ALCATRAZ
img
12/19 agosto
FERRAGOSTO AD ALCATRAZ con YOGA DEMENZIALE di Jacopo Fo
img
19/26 agosto
VACANZE ESTIVE AD ALCATRAZ
img
26 agosto/2 settembre
VACANZE ESTIVE AD ALCATRAZ
Clicca qui per il calendario completo dei corsi di Alcatraz Prenota allo 075.9229938/11 email: info@alcatraz.it
link consigliati
Aut. Trib. di Perugia n° 634
del 21/06/1982
Direttore responsabile:
Severino Cesari
Direttore: Jacopo Fo
Anno XI
energia arcobalenoenergia arcobalenoenergia arcobaleno
Facebook
Flickr
Myspace
Twitter
Non vuoi più ricevere questa newsletter?
Clicca qui per cancellare il tuo indirizzo email
Copyright © 2011 Cacao il Quotidiano delle buone Notizie
website -www.cacaonline.it